in

Il Giappone revoca lo stato d’emergenza. In Italia, invece, il governo non ci pensa nemmeno

Mentre in Italia si continua a marciare tra minacce di nuove restrizioni da parte del governo e ricatti mascherati, come il Green pass, per costringere tutti a vaccinarsi, dall’altra parte del mondo si tenta di tornare alla normalità. Il governo giapponese ha infatti annunciato la volontà di revocare lo stato d’emergenza anti-Covid su Tokyo e su altre 18 prefetture a partire da giovedì 30 settembre 2021.

Il Giappone revoca lo stato d'emergenza. In Italia, invece, il governo non ci pensa nemmeno

Le autorità nipponiche hanno sottolineato come questo passaggio non sia ancora definitivo, visto che l’emergenza Covid non può dirsi del tutto alle spalle. Ma la notizia è stata comunque accolta con sollievo dalla popolazione, che nonostante alcune misure di sicurezza ancora in vigore potranno così fare un altro passo avanti verso un ritorno alla vita di sempre. Concetto che, dalle nostre parti, è al momento una bestemmia, alle orecchie degli esponenti del governo Draghi.

Con la fine dello stato d’emergenza, il Giappone cercherà di fare passi avanti in diversi settori, quelli più colpiti dalla crisi economica. La stagione sportiva ripartità con modalità ancora da definire, ma sia per il calcio che per il baseball è già arrivato l’ok per il ritorno degli spettatori negli impianti, al pieno della capienza.

“I numeri dei nuovi pazienti affetti da coronavirus sono calati drasticamente – ha dichiarato il Primo Ministro, Yoshihide Suga – Capisco perfettamente che la situazione, sotto quel punto di vista, stia migliorando, tuttavia dobbiamo continuare a fare molta attenzione, e a rimuovere le limitazioni in maniera graduale”.

Ti potrebbe interessare anche: Persone fragili, la metà diserta la terza dose. Hub in chiusura già a metà ottobre?

Elettricità e gas, arriva la stangata: ecco quando scatteranno gli aumenti (salatissimi)

“Questi vaccini non funzionano più”. Giorlandino, dichiarazioni choc a ‘L’aria che tira’