in

“I cittadini Nato moriranno”. Zelensky vuole la guerra infinita e totale e spaventa l’Occidente

Pubblicato il 24/05/2022 08:48

In collegamento con la Casa ucraina di Davos, il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky lancia una profezia macabra per gli europei: “Gli Stati Uniti e gli altri Paesi della Nato devono capire che in caso di sconfitta dell’Ucraina, la Russia andrà avanti e i suoi cittadini moriranno. Per evitare che ciò accada, dobbiamo sostenere l’Ucraina ora”, ha affermato il Zelensky in videoconferenza, citato dall’agenzia Ukrinform e ripreso in Italia da Adnkronos. “L’Ucraina è una priorità, è qui, è al confine con la Russia, che oggi ci attacca. Se cadiamo, se l’Ucraina non sopravvive, la Russia andrà avanti. E poi andrà negli stati baltici, in Estonia, Lituania, Lettonia. Sono piccoli Stati che da soli, anche se uniti e tre, non potranno difendere i valori di libertà e democrazia. E poi dovranno dimostrare di essere membri della Nato. E gli Stati Uniti dovranno dimostrarlo”, ha detto Zelensky. (Continua a leggere dopo la foto)

Quindi, secondo Zelensky se l’Ucraina dovese capitolare, tutti i cittadini dei Paesi Nato moriranno. Ha detto anche altre cose: “L’incontro per porre fine alla guerra sarà solo direttamente con Putin, perché tutte le decisioni in Russia sono prese solo da lui. Dopo quello che hanno fatto, capisci, non ho grandi desideri per questi incontri, e grandi desideri di incontrare i mediatori, non esistono e non dovrebbero esistere e non esisteranno. Pertanto, in linea di principio, non accetto alcun incontro con nessuno della Federazione Russa, ad eccezione del presidente della Federazione Russa. E solo se la questione sul tavolo è una: la fine della guerra. Non c’è nient’altro di cui parlare”, ha detto Zelensky. (Continua a leggere dopo la foto)

“Non abbiamo via d’uscita: la nostra guerra finirà con la vittoria”, ha affermato ancora Zelensky. “Ci sarà la vittoria, perché questa è la nostra terra, il nostro popolo, stiamo combattendo per loro. Paghiamo un prezzo alto, ma ci sarà sicuramente una vittoria, perché semplicemente non c’è altra via d’uscita”, ha detto, rispondendo a chi gli chiedeva come finirà la guerra della Russia contro l’Ucraina e se spera di firmare un accordo di pace con il presidente russo Putin. (Continua a leggere dopo la foto)

Infine: “Abbiamo il diritto di contare su un’assistenza piena e urgente, soprattutto di armi, se tutti i nostri partner concordano sul fatto che la lotta dell’Ucraina nella guerra contro la Russia è la protezione dei valori comuni di tutti i Paesi del mondo libero e della nostra libertà comune”, ha dichiarato in serata in un video su Telegram il presidente Zelensky, ringraziando “tutti quei partner che ci stanno aiutando, fornendoci le armi e le munizioni necessarie”.

Ti potrebbe interessare anche: “La vergogna di una democrazia militarizzata”. Italexit, la protesta durante la riunione dei ministri europei

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

In mancanza di umani ora si accaniscono sui maiali. La surreale proposta della Capua

I soldi del Recovery? Neanche sono arrivati che già la Ue se li riprende. Cosa succede