Vai al contenuto

“Disinstallate TikTok dal telefonino”. L’Ue dichiara guerra al social: la decisione a sorpresa

Pubblicato il 23/02/2023 13:17

Uno dei social più gettonati tra i giovanissimi rischia di essere messo al bando dall’Unione Europea. Parliamo di TikTok, popolarissimo sugli smartphone di tutto il mondo e che, però, continua a preoccupare Bruxelles sul fronte della sicurezza. La paura che Pechino possa utilizzarlo per carpire preziose informazioni è talmente alto che l’Ue ha deciso per una mossa a sorpresa, decisamente drastica: come spiegato dal Corriere della Sera, è infatti arrivata una richiesta formale a tutti i dipendenti della Commissione di disinstallare l’app dai propri telefonini, compresi quelli personali. Un obbligo che con tutta probabilità interesserà presto anche i dipendenti che ricoprono cariche al Parlamento e al Consiglio, a conferma dei timori, sempre più forti, dell’Unione. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Sicurezza nazionale a rischio”. L’app che fa paura agli Usa (e al mondo): “Disinstallatela dai telefonini”
>>> TikTok censura Paragone, Stramezzi e Mori. Scoppia il caso: “Incitamento all’odio”

ue dichiara guerra tiktok

A spiegare la mossa è stato il Commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton: “La Commissione europea è un’istituzione e come tale ha un forte focus sulla protezione della sicurezza informatica ed è su questo che abbiamo preso questa decisione. Siamo estremamente attenti a proteggere i nostri dati”. (Continua a leggere dopo la foto)

I dipendenti avranno ora tempo fino al 15 marzo per disinstallare l’app dai propri cellulari. Una decisione che non è piaciuta, ovviamente, ai gestori del social network, che in una nota ufficiale hanno replicato dicendosi “delusi da questa decisione, che riteniamo sbagliata e basata su idee errate”. La scelta Ue è stata presa sulla falsariga di quella del governo americano, con Biden che ha chiesto a tutti i dipendenti vicini alla Casa Bianca di cancellare TikTok. (Continua a leggere dopo la foto)

Il problema principale relativo all’utilizzo di Tik Tok è capire dove finiscano i dati condivisi con il social dagli utenti. Sebbene ci siano state tante rassicurazioni da parte del Ceo Shou Zi Chew sia alle autorità Usa sia alle autorità Ue, un recente annuncio di cambiamento della privacy policy ha alzato nuovamente l’asticella della tensione. Non è da escludere che in futuro singoli governi, compreso quello italiano, possano prendere provvedimenti analoghi per alcune categorie di lavoratori.

Ti potrebbe interessare anche: Muore la famosa 21enne con oltre un milione di followers su TikTok. Quattro mesi fa il primo malore improvviso