in ,

Milano, un acquazzone manda in tilt centro e periferia

La Milano dei grattacieli futuristici e delle multinazionali messa in ginocchio da un forte temporale: è accaduto ieri all’ora di pranzo. La città e il suo hinterland sono stati investiti da un forte temporale che ha scaricato una quindicina di centimetri di pioggia. Subito si sono verificati disagi, con strade e parcheggi sotterranei particolarmente colpiti. Non solo nelle zone periferiche come quella a Nord della città, la più danneggiata dal nubifragio, ma anche a Citylife e in tutta la zona della Fiera. (Continua dopo la foto)

I cittadini hanno chiamato Vigili del Fuoco e Polizia Locale per segnalare i disagi e gli allagamenti, anche se per fortuna non si sono registrati feriti o danni gravi. I tombini della zona Fiera si sono immediatamente intasati provocando allagamenti nelle strade, trasformate in breve in ruscelli metropolitani. Oltre ai problemi segnalati per alcuni ponteggi e per le cantine, in diversi parcheggi sotterranei si è verificata una cascata d’acqua che ha creato forti disagi ai cittadini. (Continua dopo la foto)

In via Gattamelata si segnalano i disagi più gravi. I cinque moduli che ospitano al scuola materna sono stati evaquati e sono stati chiusi per permettere la verifica dell’impianto elettrico. Stessa situazione registrata nella mensa della scuola di via Monte Baldo, dove il mancato drenaggio dell’acqua da parte del terreno ha provocato un forte allagamento. Lo stato d’allerta proseguirà anche nei prossimi giorni, in cui sono previsti rovesci e temporali. Palazzo Marino ha allertato Polizia Locale e Protezione Civile.

Santoro si batte per i diritti dei No-vax ora che ha il libro da promuovere: lo scontro con Annunziata

Il Covid-19 è stato creato in laboratorio: le prove del Wall Street Journal inchiodano la Cina