Vai al contenuto

“Ecco perché sono solo bugie”. Roy De Vita contro tutti: “La verità sulla recrudescenza Covid e i vaccini” (VIDEO)

Pubblicato il 08/01/2024 07:26

Recrudescenza covid e basso numero di vaccinazioni, il ritorno dell’emergenza… cosa sta succedendo? A fare chiarezza ci ha pensato il dottor Roy De Vita. Nel suo ultimo video pubblicato sui suoi canali social, De Vita torna all’attacco e smonta la nuova narrazione di regime: “C’è una recrudescenza di Covid? Ok. E come lo sappiamo? Evidentemente le persone che si ammalano fanno i tamponi. Ma la domanda inevitabile è: questi tamponi perché ve li fate? Perché avere una diagnosi esatta di una specifica patologia è fondamentale se serve a mettere in atto terapie e comportamenti specifici che con una malattia simile, ma diversa, sarebbero differenti. Si chiama diagnosi differenziale. Quando sono nati i tamponi per diagnosticare il Covid, se si scopriva di essere contagiati, bisognava rimanere isolati e se si era sintomatici bisognava fare una terapia specifica. Oggi però il Covid è assolutamente assimilabile a un’influenza classica. Non ci sono obblighi comportamentali e non ci sono terapie specifiche. E allora cosa cambia sapere se è Covid o meno?”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Scempiato il sistema immunitario”. La scomoda verità del dottor Vernazza dietro il picco di polmoniti e bronchioliti

Continua Roy De Vita il suo attacco: “Per cui: smettetela di fare i tamponi, così eviteremo anche questa stampa terroristica. Parliamo ora del tasso di popolazione vaccinata. I dati ufficiali del Ministero della Sanità, ci dicono che tra gli over 70 solo il 7% si è vaccinato. E sulla rimanente popolazione siamo prossimi allo 0. Come siamo passati da quasi il 90% di vaccinati al quasi nulla? Faccio un esempio: se incontriamo una persona che ci racconta cose di cui non abbiamo conoscenza o competenza, e ce le racconta bene con dettagli particolari e magari arricchite da dati che non siamo in grado di comprendere, e se il racconto è anche suggestivo e logico, noi siamo portati a credere che sia tutto vero. Ma se poi scopriamo che c’è stata detta una bugia mettiamo inevitabilmente in discussione tutto quello che ci è stato detto. E con questo Covid di bugie ne sono state dette tante”. (Continua a leggere dopo il video)

Conclude Roy De Vita la sua analisi: “Abbiamo scoperto che cardini fondamentali su cui si basavano scelte e strategie e obblighi erano basate su bugie. Una su tutte: i vaccini. La cosa più grave è stato il tono con cui le bugie sono state dette. E ci sono le virostar che continuano a mentire. È normale dunque che lo scetticismo si impadronisce della fetta maggiore della popolazione. Affermare che hanno vinto i no-vax è una conclusione sbagliata ma soprattutto è una conclusione non analitica e fortemente auto-assolvente per chi la fa. La verità è che non ha vinto nessuno. Ma certamente hanno perso le bugie”.

Ti potrebbe interessare anche: Belpietro contro Mattarella: “È tutta colpa sua”. La durissima denuncia