in

Milano, focolaio Covid tra agenti di polizia locale: erano tutti vaccinati

Una festa che si è trasformata in un focolaio di Covid, con dodici agenti della polizia locale che sono risultati positivi al Covid dopo essersi riuniti per celebrare un ex collega andato in pensione. Un party al quale, come rivelato da Milano Today, hanno partecipato decine di persone, tutte regolarmente vaccinate e in possesso del Green pass. La conferma di quanto in realtà avere il certificato virtuale non sia sinonimo di protezione dal virus.

Al momento vigili sarebbero tutti in buone condizioni e in insolamento, mentre i mezzi e gli uffici da loro frequentati sarebbero già stati sanificati. Gli agenti apparterrebbero quasi tutti alla zona 1 di Milano, con sede in piazzale Beccaria. Il sindacato Sulpm ha inviato una lettera al comandante della locale, Marco Ciacci, per esprimere preoccupazioni in merito alla situazione e chiedere di tenere alta la guardia.

“L’aumento dei contagi fa emergere la necessità di sottoporre tutti gli operatori a uno screening costante – ha scritto il segretario Daniele Vincini – il green pass sta producendo il risultato contrario rispetto a quello voluto dal legislatore, ovvero quello di trasmettere un senso di illusoria sicurezza tra i vaccinati”, provocando “un effetto boomerang”.

Gli agenti della polizia locale di Milano, così come i colleghi delle altre forze dell’ordine, sono stati tra i primi a ricevere il vaccino anti-Covid all’avvio della compagna vaccinale, con la seconda dose somministrata in primavera.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Green pass, Gianluigi Paragone smaschera il governo: “Dietro c’è la riscossione delle tasse”

Cina, Xi Jinping incoronato dal partito comunista: sarà leader a vita del Paese