in ,

Milano, cresce l’allarme sicurezza fra aggressioni e rapine sempre più violente

All’Arco della Pace, alle Colonne di San Lorenzo e in molti altri luoghi della città. Rapine e aggressioni non accennano a placarsi. Il primo di luglio un ventinovenne intervenuto per sedare una rissa in piazza Tirana è stato colpito con una bottiglia. Un colpo così violento da causare la rottura del bulbo oculare. Ora il ragazzo rischia di perdere un occhio. L’allarme sicurezza milanese registra episodi di sempre maggiore ferocia. Non c’è rispetto per niente e per nessuno, e a volte le aggressioni avvengono senza un vero motivo. Altre volte, invece, come è accaduto ieri nei pressi dell’Arco della Pace, si tratta di classiche rapine ai danni di incolpevoli passanti. Attorno a mezzanotte otto malviventi hanno aggredito due diciassettenni in zona Pagano. La modalità dei fatti ricorda quelle di altre rapine violente avvenute nelle ultime settimane.

(continua dopo la foto)

Gli aggressori hanno circondato le vittime per sfilare loro telefonini e portafogli. Di fronte al tentativo di difesa dei due ragazzi, uno dei malviventi ha sferrato una bottigliata che ha colpito uno dei diciassettenni alla testa, provocandogli un taglio. A dimostrazione che le modalità di queste aggressioni stanno diventando sempre più pericolose. In otto contro due non ci sarebbe bisogno di ricorrere alla violenza fisica, ma ormai è evidente che la situazione sta degenerando. E testimonia il senso di impunità di cui godono queste bande di strada che si muovono in varie parti della città. Ieri notte fortunatamente i diciassettenni aggrediti sono riusciti a fuggire e a raggiungere piazzale Cadorna. Lì hanno raggiunto un’ambulanza in sosta. Subito medicati, hanno atteso l’arrivo degli agenti dell’ufficio Volanti giunti per raccogliere la loro testimonianza.

(continua dopo la foto)

Ma la notte di passione a Milano è proseguita poche ore dopo, quando un’altra aggressione si è consumata in via Montello, zona Paolo Sarpi. Due ragazzi di 23 e 27 anni, entrambi di origine cinese, sono stati aggrediti e feriti poco prima delle tre di notte. Dopo essersi rifugiati in un giardino condominiale, hanno chiesto soccorsi e avvertito la polizia. Secondo la loro testimonianza, una decina di persone sempre di origine cinese li avrebbe aggrediti e colpiti con oggetti, a loro dire senza nessun motivo apparente. Uno dei ragazzi ha subito ferite alla testa e una contusione al torace. I medici del Pronto Soccorso del Fatebenefratelli lo hanno ricoverato in codice giallo. Ferite più lievi al volto, invece, per l’amico che era con lui.

Rifiuti a Roma, i ristoratori si ribellano: stop al pagamento. È rivolta fiscale

Boris Johnson riapre il Regno Unito: “Mascherina? Scelgono i cittadini se metterla”