in

Email bloccate, ecco come recuperare messaggi e documenti. Continua il down di Libero e Virgilio

Pubblicato il 25/01/2023 11:52

Un disservizio che ha interessato milioni di italiani, quello che ha visto le caselle postali elettroniche di Libero e Virgilio diventare improvvisamente inaccessibili. Con tantissime segnalazioni e richieste di aiuto da parte di chi attendeva una mail importante o aveva bisogno di accedere a messaggi già in archivio. Un problema che non sembra essersi risolto, come segnalato dal sito Altro Consumo, che ha riportato alcuni degli sos ricevuti: “Buongiorno, da sabato sera 21 gennaio, l’e-mail di Virgilio non funziona. Ho contattato l’azienda tramite ‘virgilioaiuto’, ma dicono che c’è un problema generale che ancora non riescono a risolvere. Visto che io lavoro con l’e-mail ad oggi 24 gennaio l’e-mail è ancora non funzionante. Preciso che sulla e-mail mi arrivano anche bollette di pagamento e circolari per il lavoro. CHIEDO l’immediato rispristino del sistema e un rimborso forfettario per il danno subito”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Siamo spiacenti ma…”. L’assurda mail di Amazon per licenziare i lavoratori: rabbia e polemiche

E ancora: “”Buongiorno, dal 23 gennaio non funziona la posta elettronica e dal momento che la uso per lavoro, sto avendo problemi di vario tipo”. Oppure “il sito di libero è out, questo mi impedisce di usufruire di un servizio (che pago) e mi impedisce di avere accesso a dati archiviati nelle mail.. Dati che mi permettono di accedere a siti con i quali lavoro…”. I social dell’azienda stanno tentando di rassicurare gli utenti. Ma cosa si può fare nel frattempo? (Continua a leggere dopo la foto)

Email bloccate libero virgilio

Email bloccate, continua il down di Libero e Virgilio

Libero ha garantito che nel giro di poche ore tutto tornerà alla normalità. L’attesa, dunque, dovrebbe essere quasi finita. Nel frattempo è meglio affidarsi ad altri servizi di comunicazione per inviare i propri messaggi: WhatsApp e Telegram permettono rapide conversazioni, mentre servizi come WeTransfer o Dropbox permettono di inviare mail con allegati anche di grosse dimensioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Se nel frattempo fosse necessaria visualizzare una mail ricevuta sul proprio account Libero dal contenuto particolarmente importante, meglio chiedere al mittente di utilizzare un altro canale e rispedircela. Infine, è sempre possibile attivare un nuovo indirizzo di posta elettrica presso un altro gestore, come per esempio Gmail. Per quanto riguarda la richiesta di risarcimento, Altro Consumo ha rivelato l’esistenza di una clausola nei contratti di Virgilio e Libero email che limita la responsabilità dell’azienda in caso di disservizi e mancato funzionamento.

Ti potrebbe interessare anche: “Proprio lei…”. Il ministro asfalta la virologa. Lo scatto non lascia dubbi: “Che figuraccia” (la FOTO)

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Risposte assurde”. La prima intervista all’intelligenza artificiale che sta conquistando il mondo

“Effetti avversi, YouTube ha censurato il documentario Invisibili”. La denuncia del regista: “Ecco perché”