Vai al contenuto

Nuovi carburanti, ecco quanto costerà un pieno di e-fuels. Arriva il salasso Ue

Pubblicato il 03/04/2023 09:16 - Aggiornato il 03/04/2023 10:06
e-fuels quanto costa pieno

Avrete iniziato a sentire parlare di e-fuels, i nuovi carburanti voluti dalla Germania con cui l’Europa (che guarda caso è guidata da una tedesca, la von der Leyen) vende la favola della risoluzione del problema climatico. L’Ue infatti ha imposto lo stop a benzina e diesel a partire dal 2035. Da qui la necessità di trovare un sostituto. E la parolina magica è e-fuels. Se adesso ogni volta che andiamo alla pompa di ci viene un colpo per il caro-carburante (sempre colpa dell’Europa, ovviamente), quando diesel e benzina scompariranno sarà ancora peggio. La produzione industriale dei nuovi carburanti inizierà tra 7 anni, e si sa che in queste cose 7 anni non sono nulla, sono praticamente dietro l’angolo. Immaginiamo dunque di essere già nel 2035: quanto costa un pieno? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Telefonia mobile, arriva la mazzata. Aumenti nascosti e “senza scampo”. Ecco le compagnie interessate
>>> “Tre milioni di immobili esentati”. Case, ecco chi non dovrà ristrutturare secondo la direttiva Ue

Pronti? Tenetevi forte: 200 euro. Tanto costa un pieno di e-fuels. Un salasso praticamente per le già disastrate tasche degli italiani. E proprio l’Italia ora è sul piede di guerra. Perché in Commissione europea sono stati preferiti i nuovi carburanti tedeschi rispetto alla proposta italiana dei biocarburanti, che aiuterebbero davvero l’ambiente perché si riciclerebbero da scarti di residui agricoli, oli usati e altri rifiuti che altrimenti dovrebbero essere smaltiti in maniera diversa: usati come combustibile abbatterebbero la CO2 fino al 100%. E il nostro Paese è all’avanguardia in questo settore. Forse è per questo che all’Europa non vanno bene, altrimenti diventeremmo forti noi e più debole la Germania, e questo è inammissibile. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Auto a benzina e diesel è ufficiale, l’Europa ha deciso. Ecco da quando e cosa succede ora

Quanto costa produrre gli e-fuels

Pensate che – come ricorda Il Giornale – in Italia ci sono già 5 impianti operativi e in grado di produrre biocarburanti anche da soia, girasole, colza e mais oltre a agli scarti derivati dal legno e ai concimi animali. Ma per l’Ue, non si è capito in base a quali calcoli e a quali dati, questo prodotto non è ancora del tutto a impatto zero. Gli e-fuels tedeschi, invece, lo sarebbero. E chissenefrega se i costi per produrli sono inaccessibili, considerando anche l’enorme quantità di energia richiesta (inoltre per produrre 1 litro di carburante ci vogliono 2 litri d’acqua). Ecco perché le stime di oggi sono da allarme rosso per gli italiani: se un pieno “green” ci costa 200 euro per un serbatoio da 70 litri, chi potrà permettersi l’auto? Siamo alla follia.

Ti potrebbe interessare anche: “Tre milioni di immobili esentati”. Case, ecco chi non dovrà ristrutturare secondo la direttiva Ue