Vai al contenuto

“Chi se ne frega!”. Caso-Lucarelli, Giordano: scontro totale in diretta con Concita Di Gregorio (VIDEO)

Pubblicato il 17/01/2024 09:02

Nell’ultima puntata di “Prima di domani“, il programma pre-serale di informazione condotto da Bianca Berlinguer su Rete4, si è parlato anche della storia della ristoratrice Giovanna Pedretti, trovata morta domenica nelle acque del fiume Lambro dopo essere finita al centro delle polemiche per una recensione contro gay e disabili sul web. Nella bufera ci è finita Selvaggia Lucarelli, ed è anche di lei che discutono Mario Giordano e Concita Di Gregorio. “I giornalisti spesso sbagliano, nessuna difesa della nostra categoria, che quindi dobbiamo fare autocritica, però stiamo anche attenti perché il dovere di denunciare, di scoperchiare la verità, di svelare le cose, è necessario”, ha esordito il conduttore del fortunatissimo “Fuori dal coro”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> Toninelli si sfoga in diretta: “Non riesco a permettermi il tonno”. La rete lo massacra: il VIDEO (imperdibile)

“Quando ho iniziato io – replica Concita Di Gregorio – i giornali facevano cadere i governi. La funzione di assolvere o condannare è dei giudici, non è di internet”. E ancora: “Io vengo da un altro secolo, le inchieste fatte sui social sono qualcosa di cui io non mi fido”. Per la De Gregorio, dunque, bisogna anche tenere in considerazione la fragilità di alcune persone. Risponde Giordano: “Concita, ancora adesso. Qui è sbagliato il presupposto. Però da questo a dire che non bisogna dire di fare le inchieste…”. Per Giordano infatti sapere la verità è importante ed è sbagliato attaccare la Lucarelli. La colpa è dei giornali che prima esaltano una persona poi la distruggono appena scoprono di aver sbagliato. (Continua a leggere dopo il video)

Giordano pone così l’accento sull’importanza di chi diffonde le notizie: “La cosa che qui a me colpisce è che questo si sia scagliato su una recensione, che fosse versa o falsa, non cambia la sostanza della cosa perché quel commento che ha fatto quella ristoratrice era un commento buono, che tutti hanno colto in modo positivo”, ha continuato Giordano. Poi, incalzato dalla conduttrice, ha aggiunto: “Se anche fosse stato creato, copiato, chi se ne frega!”. Per Giordano dunque non si può mettere alla gogna la Lucarelli, “basta vedere a quanto fatto con la Ferragni. I suoi post social hanno dato vita a un’indagine”. Poi sbotta con la Di Gregorio che lo interrompe: “Abbi pazienza!”.

Ti potrebbe interessare anche: Benedizione delle coppie gay: “Si deve fare così”. A San Pietro le prove: cosa dovranno fare i preti