Vai al contenuto

“Vaccino e gravidanza, cosa succede al nostro corpo”: l’ammissione della scienza, cosa ci avevano nascosto

Pubblicato il 10/10/2022 09:16 - Aggiornato il 10/10/2022 13:46

Portare avanti una gravidanza e allattare un bambino sono passaggi della vita di una donna che potrebbero comportare problemi di salute in caso di vaccinazione? Una domanda che il mondo della scienza si pone da tempo, nonostante i tentativi di rassicurazione fatti a più riprese dai fondamentalisti dei farmaci anti-Covid. E alla quale non è ancora stata fornita una risposta definitiva, come confermato dalle recenti polemiche esplose nel Regno Unito e che hanno riacceso i riflettori sul tema dei rischi legati all’inoculazione.

Le ultime linee guida riportate sul sito del ministero della Salute britannico, infatti, sconsigliano la vaccinazione alle donne in gravidanza e in fase di allattamento. Il documento è stato aggiornato il 16 agosto 2022, quindi in tempi recenti, e ha fatto subito discutere gli utenti: “Perché gli esperti non chiariscono una volta per tutte i rischi della somministrazione?”. Pubblicamente, infatti, tanti esperti in ogni parte del mondo continuano a negare che vaccinarsi possa comportare rischi per la salute.

Su Twitter la dottoressa Victoria Male, docente di Immunologia riproduttiva all’Imperial College di Londra, ha tentato di rispondere alle critiche mosse contro il mondo della scienza sottolineando come il paragrafo sulle conclusioni di tossicità sia quello fornito nel dicembre 2020 da Pfizer all’agenzia inglese per i medicinali, che da allora non è mai stato aggiornato. Il caso, però, è tutt’altro che chiuso. Anche perché un documento rilasciato dal ministero della Salute inglese aveva consigliato, di recente, la vaccinazione anche per le donne incinte e infase di allattamento. Dov’è, allora, la verità?

L’ultimo aggiornamento delle linee guida ministeriali britanniche parla chiaro: “Nel contesto dell’offerta ai sensi del regolamento 174, si ritiene che al momento non sia possibile fornire sufficienti rassicurazioni sull’uso sicuro del vaccino nelle donne in gravidanza”. E ancora: “Anche le donne che allattano al seno non dovrebbero essere vaccinate”. I dati in mano alla scienza, dunque, non consentono di fornire rassicurazioni in merito alle possibili conseguenze della vaccinazione. Non resta che chiedersi, allora, su quali basi milioni di donne incinte o in fase di allattamento siano state costrette dai governi a sottoporsi all’inoculazione nei mesi scorsi.

Ti potrebbe interessare anche: “In arrivo la sesta ondata”. Gli ipervaccinati di Israele lanciano l’allarme: e da noi c’è chi si sfrega già le mani