in

“La folla sta cacciando il governo”. Il VIDEO dell’imponente protesta nel cuore dell’Europa diventa virale

Pubblicato il 04/09/2022 18:18 - Aggiornato il 04/09/2022 18:23

I dati della polizia parlano di circa 70mila persone, ma dalle immagini in circolazione nelle ultime ore sembrano molte, molte di più. Una grandissima folla si è riunita a Praga per chiedere le dimissioni del governo conservatore ceco, accusandolo di sottomissione all’Unione Europea e alla Nato, protestando contro l’applicazione delle sanzioni imposte alla Russia ed il conseguente aumento dei prezzi che stanno scatenando la crisi energetica.
(Continua a leggere dopo la foto)

I manifestanti, chiamati dai partiti di opposizione e da altre organizzazioni, hanno chiesto la neutralità nella guerra in Ucraina, dove l’Esecutivo di Praga, esattamente come in Italia, ha adottato una chiara posizione di sostegno politico e militare a Kiev. Sul palco della centralissima piazza Venceslao, nella capitale, si sono avvicendati i rappresentanti delle formazioni anti-sistema ed euroscettiche. Tra i relatori, c’era chi ha chiesto di “liberarsi dalla sottomissione politica all’Ue, all’Organizzazione Mondiale della Sanità e all’Onu”.
(Continua a leggere dopo la foto)

I manifestanti, riuniti sotto lo slogan “Repubblica Ceca Prima”, hanno protestato anche contro la Nato, di cui il Paese è membro, e chiesto la fine delle sanzioni imposte dall’Ue a Mosca per la sua aggressione all’Ucraina. Tra i temi trattati anche la sollecitazione di forniture di gas a basso costo dalla Russia, protestando contro i prezzi elevati dell’energia. La Repubblica Ceca ha la presidenza di turno dell’Ue e il prossimo vertice dei leader si terrà proprio a Praga il 6-7 ottobre.
(Continua a leggere dopo il video)

Allineandosi alla propaganda di Sistema, ormai standardizzata in tutta Europa, il premier, Petr Fiala, ha definito la manifestazione “filo-russa”, sostenendo che la folla di decine (forse centinaia) di migliaia di persone siano tutti parte di una campagna di disinformazione voluta da Vladimr Putin: “Questi slogan e l’interpretazione dei fatti coincidono con la posizione russa e, a mio avviso, non corrispondono agli interessi della Repubblica Ceca”, ha detto il Fiala. Sicuramente la banalizzazione di questo dissenso popolare ad una mera trovata del presidente russo non aiuterà a calmare gli animi. Vedremo come si evolverà la situazione.

Potrebbe interessarti anche: “Dobbiamo farlo, perdiamo credibilità”. La Meloni getta la maschera su sanzioni, armi e crisi energetica

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Dobbiamo farlo, perdiamo credibilità”. La Meloni getta la maschera su sanzioni, armi e crisi energetica

Un malore improvviso, la bici che cade: l’assurda morte di Laura, scomparsa a soli 31 anni