in

Il rapporto che inchioda Zingaretti: “Regione Lazio senza medici per i malati Covid”

È divertente (si fa per dire) vedere Zingaretti che impone una linea dura al governo, auspicando maggiori restrizioni e ventilando una nuova passata di lockdown, mentre nella Regione da lui amministrata, il Lazio, si denuncia a gran voce penuria di medici per affrontare il Covid. Ecco, Zingaretti farebbe meglio a preoccuparsi prima della sanità della sua Regione e poi di eventuali lockdwon. Nonostante la nuova ondata della pandemia, attualmente il Lazio ha solo 5 bandi aperti per le nuove assunzioni di medici, con la coperta degli anestesisti-rianimatori sempre più corta. Questo è il referto sugli organici medici del Lazio secondo il nuovo Report “Analisi dei modelli organizzativi di risposta al Covid-19” stilato da Altems, l’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università cattolica e ripreso oggi da Il Tempo.

Nel Lazio prima della pandemia c’erano “2,4 medici rianimatori, ora il rapporto è sceso a 1,7 con una differenza di -0,7”. La Regione Lazio in questi mesi ha “incrementato il 5% del personale medico” (però il Molise è a +18% e il Piemonte +17%) e, per quanto riguarda il “Personale in reclutamento aggiuntivo (bandi aperti)”, nel Lazio risultano aperti solo 5 bandi (mentre ce ne sono “178 aperti in Veneto e 187 in Puglia”).

Nel Lazio sono stati assunti in totale “362 medici con i 120 bandi già espletati (in Lombardia 583): 210 sono stati assunti con bando con specifico riferimento all’emergenza Covid”, mentre “152 senza esplicito riferimento” (in Sicilia in totale sono 717). Ma il Report dell’Altems indica un mesto “0” per quanto riguarda le “Unità di personale medico aggiuntivo in reclutamento (bandi aperti)” attualmente nel Lazio.

Eppure, secondo l’ultimo Rapporto sui servizi sanitari regionali, stilato dal Ministero della Salute, il Lazio risulta quello in cui si sono perduti più dipendenti. Ma forse Zingaretti non lo sa… “Con ben 9449 operatori in meno negli ultimi 10 anni: -2442 medici (da 9622 a 7180), con oltre un quarto dei camici bianchi ospedalieri in meno. E risulta anche la Regione con il rapporto più basso di medici in proporzione al numero degli abitanti: ci sono 129 camici bianchi ogni 100 mila residenti a fronte di una media nazionale pari a 190,95”. Ecco come Zingaretti ha preparato la sua Regione alla seconda ondata. E ora vuole pure dare ordini per l’Italia intera? No, grazie.

Ti potrebbe interessare anche: Con che coraggio! Azzolina ora attacca pure Fontana: ecco la lettera contro il governatore

Con che coraggio! Azzolina ora attacca pure Fontana: ecco la lettera contro il governatore

Il governo dimentica gli italiani ma non i suoi amici banchieri