in ,

Tasse e ancora tasse. Ecco come l’Agenzia delle Entrate si prepara a spremerci fino all’ultimo centesimo

Prepariamoci alla tempesta perfetta. Inflazione alle stelle, una guerra, un post pandemia, la spesa del carrello che cresce sempre più, il costo dell’energia e ora anche una bella ondata di tasse. Ma come, davvero intendono forzare sulle tasse in questa situazione? Ebbene sì, e il campanello d’allarme arriva dall’Agenzia delle entrate che è pronta a ingaggiare oltre 4.000 funzionari per il contrasto all’evasione. Il piano integrato di attività e organizzazione presentato ieri ai sindacati dà il via alla macchina organizzativa delle procedure concorsuali facendo il punto sui bandi avviati e quelli che saranno avviati per dotare di nuove risorse l’Agenzia guidata da Ernesto Maria Ruffini. Che vuol dire? Che l’Agenzia delle Entrate si prepara a spremere per bene i cittadini, fino all’ultimo centesimo. (Continua a leggere dopo la foto)

Come spiega Italia Oggi, “il personale in servizio a tempo indeterminato al 1° gennaio 2021 è di 31.260 unità. Personale giudicato sotto organico per l’esigenze e la mission dell’Agenzia di recupero dell’evasione e gestione della macchina tributaria”. Visto che è in arrivo una pioggia di tasse che – stante la situazione – gli italiani non riusciranno a pagare, Agenzia e governo si preparano a inviare milioni di cartelle, e serve dunque nuovo personale per gestire la faccenda. Dal primo luglio ci sarà inoltre una nuova direzione Riscossione. La nuova direzione si chiama direzione centrale servizi istituzionali e di riscossione e si pone come anello di congiunzione tra l’incorporata Ader e l’incorporante Agenzia delle entrate. (Continua a leggere dopo la foto)

“Nella delibera del comitato di gestione che ne ha previsto la nascita si legge che la direzione servizi aggiunge la competenza assumendo l’azione di indirizzo operativo, controllo e monitoraggio su Agenzia delle entrate–Riscossione. Più nel dettaglio la nuova direzione dovrà curare i rapporti con gli enti esterni per l’acquisizione e la fornitura di servizi e per le esigenze di cooperazione istituzionale, governare il sistema dei versamenti unificati e degli altri versamenti spontanei, svolgere le funzioni di indirizzo operativo, controllo, e monitoraggio delle attività nei confronti di Agenzia delle entrate–Riscossione e di supporto alla governance dell’Ente”. (Continua a leggere dopo la foto)

“La creazione della nuova struttura, si legge nel Piao, arriva come recepimento delle previsioni normative contenute nella legge 30 dicembre 2021, n. 234 ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024’, in vigore dal 1° gennaio 2022, che comportano modifiche e integrazioni in materia di governance del servizio nazionale della riscossione mediante l’attribuzione all’Agenzia delle Entrate delle funzioni di indirizzo operativo, di controllo e di monitoraggio su Agenzia delle Entrate–Riscossione. L’attivazione operativa di tale Direzione Centrale è prevista nel mese di luglio 2022”.

Ti potrebbe interessare anche: Paragone: “Pfizer, dubbi sui vaccini, ma in Italia i media non vedono, non sentono e non parlano”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Boom di arresti cardiaci nei giovani, lo studio choc di Nature. Cosa è stato scoperto

Eni fa profitti, gli italiani pagano la crisi