in

“Boom di ricoveri per effetti indesiderati”. Allarme dall’Europa, pubblicati i veri dati: cosa emerge

Pubblicato il 09/12/2022 11:49

Pian piano se ne stanno accorgendo tutti. I grandi mass media, però, fanno finta di niente, completamente asserviti al Sistema. Anche in questo. Anche di fronte alla catastrofe. Fin quando non toccherà (e ci si augura che mai avvenga) a loro. Perché i dati sulle morti improvvise da un anno e mezzo a questa parte stanno facendo davvero paura. Soprattutto tra i giovani e giovanissimi. Non passa giorno che segnaliamo notizie così e che gridiamo forte contro il Ministero affinché intervenga per iniziare delle indagini e capire cosa sta succedendo. Se non lo fanno, però, un motivo ci sarà. E probabilmente è il peggiora: la paura di scoprire la verità e che tutti la vengano a sapere. L’ultimo grido di allarme, dopo quello dell’Unione Sarda che registrava il boom di vittime nell’ultimo anno e mezzo – precisando che il Covid non c’entrava nulla – adesso tocca a Ticino News che denuncia: “In Svizzera, tra marzo e dicembre 2021, circa 1400 persone sono state ricoverate in ospedale in seguito a effetti indesiderati da vaccino contro il Covid-19”. (Continua a leggere dopo la foto)

Lo indica infatti in una nota l’Ufficio federale di statistica (Ust). Oltre la metà di questi ricoveri ha avuto luogo tra aprile e luglio, nel periodo più intenso della campagna di vaccinazione. Si legge: “In un quarto dei casi, la diagnosi principale consisteva in sintomi di febbre, un’alterazione dello stato generale o una sensazione di malessere. In un altro quarto dei casi, si trattava di una malattia del sistema circolatorio, come le miocarditi e pericarditi, nonché di insufficienza cardiaca e di infarto. Le affezioni del sistema circolatorio sono state la causa principale di ospedalizzazione per le persone di età inferiore ai 50 anni che presentavano effetti collaterali indesiderati della vaccinazione (nel 37% dei casi), precisa ancora l’Ust”. Quando arriverà la verità sul vaccino? (Continua a leggere dopo la foto)

Conclude Ticino News: “Da segnalare, inoltre, come nel 2021 43’300 ricoveri in ospedale riguardassero persone con una diagnosi di Covid-19, un numero in aumento rispetto al 2020 (40’893). Inoltre, nel biennio 2020-21, tali ricoveri hanno rappresentato il 3% dell’insieme delle ospedalizzazioni, ma il 22% delle ore trascorse in terapia intensiva. Infine, nel 2020 e nel 2021, 8’232 persone ricoverate a causa del coronavirus sono decedute in ospedale. Si tratta dell’11,3% delle persone ospedalizzate con questa diagnosi”. (Continua a leggere dopo la foto)

Le statistiche sono in linea con gli studi indipendenti su questo fronte. In Italia mancano dati strutturati su queste statistiche. Anche qui: chissà perché… E quindi la controinformazione e tanti giornalisti liberi e indipendenti stanno procedendo per conto loro, andando a scandagliare tutti i numeri per capire quale sia l’incidenza degli affetti avversi da vaccino. Mentre il Sistema rema contro e i media asserviti mettono tutto a tacere. La battaglia, però, prosegue. E non si arretrerà.

Ti potrebbe interessare anche: “Perché non parla, rispondesse alle domande!” Paragone svergogna Soumahoro e la sinistra (il VIDEO)

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Linfonodi ingrossati a un anno dal vaccino”. E la Repubblica scopre i danni collaterali: il caso

“Regole assurde”. Anche Bassetti costretto ad ammettere quello che sosteniamo da anni