Vai al contenuto

“Soumahoro? Tutta colpa di Berlusconi”. La comica giustificazione di Concita De Gregorio

Pubblicato il 15/12/2022 16:58

Se Lady Soumahoro esibiva il suo corpo seminudo in quegli scatti hard oramai di dominio pubblico, la colpa è di… Silvio Berlusconi. Ne è convinta Concita De Gregorio, che torna a difendere la signora Murekatete in Soumahoro rimediando una nuova figuraccia. Berlusconi ha, notoriamente, una team di legali di tutto rispetto. Dunque, non scriviamo per difendere lui, quanto piuttosto per stigmatizzare le deliranti dichiarazioni di Concita De Gregorio che si possono leggere nel suo editoriale su la Repubblica di oggi. È stata una battuta un po’ volgare, quella di Silvio Berlusconi che ha promesso ai calciatori del suo Monza, in caso di vittoria, “una pullman pieno di tr**e”. Sappiamo che l’ex premier non è nuovo a queste uscite, ma la pasionaria di Repubblica non ci sta e la battuta pecoreccia è la scintilla delle sue argomentazioni, davvero forzate. La storiella del pullman è “la misura esatta della funzione – scrive De Gregorio – che le donne hanno nell’ordine sociale secondo Silvio B.”. E fin qui, magari può persino esservi poco da eccepire, ma l’equazione è la seguente: poiché la Tv commerciale, sin dagli anni Ottanta e Novanta, ha imposto un certo modello di donna sexy e svampita, Berlusconi è “colpevole” di aver plasmato l’immaginario femminile. (Continua a leggere dopo la foto)

L’ha presa un po’ alla larga, Concita, sino a proporre una tesi altrettanto volgare quanto la battuta di Berlusconi, a nostro avviso. Riferendosi alla quasi moglie del patron di Mediaset, infatti, ecco la stilettata: prima definisce Marta Fascina “para-moglie con rito fantoccio”, per poi dire “Del resto una giovane di Portici che arriva a fare l’addetta stampa del Milan deve avere ‘bella presenza’, come si richiede negli annunci alle bariste”. E quindi arriviamo, faticosamente, al punto: “che dall’esibizione del corpo passi la tua fortuna è un fatto acclarato e condiviso”. Avete capito bene, la povera (mica tanto) Murekatete si è semplicemente “adeguata a questo modello”. (Continua a leggere dopo la foto)

Dopo aver rilanciato la difesa del diritto all’eleganza (copyright di Soumahoro), sempre su la Repubblica alcuni giorni fa, Concita ci è cascata di nuovo. Oramai, al di là di come la si pensi, a leggere gli editoriali di Concita De Gregorio si avverte il rumore di unghie che si arrampicano sugli specchi.

Ti potrebbe interessare anche: “Luridi interessi”, “disgustoso”. Il sottosegretario è un fiume in piena che travolge la sinistra. Myrta Merlino non se l’aspettava (VIDEO) – Il Paragone