x

x

Vai al contenuto

Patrick Zaki, vergogna a sinistra. Ecco l’orrore che pubblica sui social (i POST)

Pubblicato il 09/10/2023 15:32 - Aggiornato il 11/10/2023 13:56
Patrick Zaki Israele post

Il nuovo paladino della sinistra, Patrick Zaki, pubblica da diversi giorni sul suo profilo X (l’ex Twitter – ci perdonerà Elon Musk per la precisazione) diverse considerazioni, sotto forma di post e condivisioni, su quanto sta accadendo in Israele. Una ferma condanna ad Hamas e alla Palestina e solidarietà ad Israele? Macché. Al contrario. Se si scorre la sua pagina, come hanno fatto i colleghi di Libero, viene fuori che Zaki non è sconvolto per il raid palestinese che ha mietuto centinaia di vittime civili tra donne, bambini e anziani. No, risulta sconvolto, al contrario, per i morti di Gaza bombardata dall’esercito israeliano come reazione all’attacco di sabato. L’unico video che Zaki ha condiviso è quello della “propaganda“, diffuso infatti dalle stesse milizie islamiche, in cui si vede una donna israeliana terrorizzata con un bambino piccolo in braccio. Le milizie, a favore di telecamera, dicono: “Nessuno ti toccherà, datele una coperta, lasciate che il mondo veda che siamo umani“. Ma non è tutto. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Zaki non sarà a Che Tempo che Fa. L’annuncio di Fabio Fazio, il motivo del clamoroso dietrofront
>>> Bill Gates compra un altro pezzo d’Italia: l’ultimo super-investimento. Cosa farà e dove (tra le polemiche)

Da Patrick Zaki, dunque, in due giorni nessuna parola di condanna all’odio antisemita dei jihadisti. Il suo “feed” su X è a senso unico contro Israele, con post e accuse a raffica dirette al governo di Netanyahu. C’è poi la condivisione di un post della attivista Mai El-Sadany (“Il diritto internazionale non è qualcosa da cui scegliere. Vieta la presa di ostaggi, l’uccisione indiscriminata, la presa di mira di civili e la punizione collettiva. Vieta il reato di apartheid. Ha ritenuto illegali questa occupazione prolungata e il blocco di Gaza”). E le denunce del palestinese Muhammad Shehada: “Israele sta ora radendo al suolo interi grattacieli residenziali nel centro di Gaza che hanno ZERO valore di sicurezza! Questi sono chiamati ‘obiettivi di potere’ e bombardarli ha lo scopo puramente di terrorizzare, intimidire e punire collettivamente la popolazione di Gaza…”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Danni collaterali”, scoop sull’autista del bus precipitato: “La scoperta che potrebbe cambiare tutto”

I post di Patrick Zaki sulla guerra in Israele

Cosa pensa, dunque, Patrick Zaki dell’attacco palestinese a Israele? Sabato scriveva: “Quando un serial killer cerca di convincere la comunità internazionale che rispetta le convenzioni internazionali, per legalizzare l’uccisione di civili”. Badate bene: il “serial killer” di cui parla non è il capo di Hamas, ma il premier israeliano Netanyahu. Chissà cosa ne pensa Elly Schlein. Cosa ne pensa il Pd che vorrebbe candidarlo alle europee. Chissà.

Ti potrebbe interessare anche: Iva Zanicchi asfalta la Germania. I migranti? Ecco cosa dice (VIDEO). Del Debbio resta di sasso