in

“Si vota nel 2022”: il retroscena che svela le trame del Palazzo

Nonostante ci sia una bella fetta di onorevoli preoccupati all’idea di un ritorno al voto, che minaccerebbe le loro preziose poltrone, quella delle elezioni anticipate è ipotesi sempre più forte con l’avvicinarsi della scelta del prossimo Presidente della Repubblica. Una data già segnata in rosso sul calendario da tutti i partiti, impegnati in serrate trattative per individuare il successore di Sergio Matterella. E che segnerà la fine della legislatura, con successiva, nuova tornata elettorale. Scenario sostenuto anche da una personalità di spicco del governo come Matteo Renzi.

Il leader di Italia Viva, impegnato in questi giorni sul palco della Leopolda, non ha infatti usato troppi giri di parole, indicando il ritorno al voto nel 2022 come “molto probabile”. Anche se non lo ha detto apertamente, l’ex premier condivide l’opinione di molti analisti: la maggioranza a sostegno del governo Draghi è sempre più frammentata e schizofrenica. Forse non esiste già più, come dimostrato dalle tante tensioni all’interno dei partiti: i gruppi parlamentari di Pd e M5S, in particolare, non sembrano rispondere ai rispettivi leader, rassegnati ormai all’idea di dover riazzerare.

A premere è anche Giorgia Meloni, che vuole passare presto all’incasso e approfittare di sondaggi che la danno sempre più leader del centrodestra. E allora, il dado è presto tratto. Sulle pagine di Libero, Alessandro Sallusti ha sottolineato d’altronde come non sia un caso che Renzi parli apertamente di elezioni. Numeri alla mano, Italia Viva non trarrebbe alcun vantaggio da un ritorno al voto che finirebbe per ridurne, e di parecchio, il peso in Parlamento. Forse addirittura a spazzarlo via. Il sospetto, allora, è che dietro le parole dell’ex premier ci sia altro.

Renzi è ormai noto per il suo modo machiavellico di intendere la politica. Tesse trame e sottotrame, alterna annunci e smentite. Se parla di elezioni, quindi, è possibile che stia in realtà preparando un piano B proprio per scongiurarle. Anche se il ritorno al voto nel 2022 si fa, col passare delle settimane, sempre più probabile.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

“Biden peggio di Trump”: i numeri affossano il presidente Usa, in 11 mesi boom di morti e contagi

La strategia vincente della Gran Bretagna: “Pronti a un Natale senza restrizioni”