Vai al contenuto

Si scrive Meloni, si legge Draghi. Ecco chi è il “prescelto” da Giorgia come ministro dell’economia

Pubblicato il 20/09/2022 11:28 - Aggiornato il 23/06/2023 11:53

I sondaggi hanno da tempo incoronato Giorgia Meloni come prossimo Presidente del Consiglio, salvo colpi di scena sempre meno probabili. Quelli che però probabilmente nemmeno gli elettori di Fratelli d’Italia più fedeli si sarebbero mai immaginati è che, nel frattempo, la leader del centrodestra ha iniziato e ormai quasi completato una vera e propria trasformazione, con l’obiettivo di assomigliare sempre più al premier uscente Mario Draghi. Un passo dopo l’altro, la metamorfosi si è andata perfezionando, fino all’ultimo, più recente passaggio.

Meloni ha fatto retromarcia sull’agenda Draghi, ha ribadito il suo impegno per un ulteriore avvicinamento dell’Italia all’Alleanza Atlantica, ha promesso di proseguire con l’invio di armi in Ucraina. Per bocca del senatore FdI Urso ha persino elogiato pubblicamente il premier, vertice di un governo del quale era stata fino a qualche mese fa all’opposizione. Ora è al lavoro per trovare un ministro dell’Economia che sia in grado di rassicurare i mercati, in un momento di grande incertezza dettata dalla crisi energetica e dal conflitto russo-ucraino. Una ricerca che sembra arrivata a conclusione.

Come raccontato da Luca Monticelli sulle pagine della Stampa, infatti, Meloni starebbe pensando a Fabio Panetta come prossimo titolare dell’Economia. Tra la leader FdI e il componente del comitato esecutivo della Banca Centrale Europea ci sarebbe anche già stato un contatto, anche se al momento il diretto interessato avrebbe preferito declinare per proseguire la sua carriera da banchiere centrale. Una pista che non sarebbe, però, definitivamente tramontata e potrebbe tornare d’attualità da un momento all’altro.

Panetta incarnerebbe il profilo perfetto per ribadire fedeltà assoluta da parte dell’Italia all’Europa: una carriera in Bankitalia fino a diventare direttore generale, un ruolo nel G7 e nel G20, una posizione nel Consiglio Direttivo dell’Einaudi Institute for economics and finance. Indicato in passato da alcune testate come “naturale successore di Ignazio Visco come governatore della Banca d’Italia”, un nome che sorprenderà ancora una volta gli elettori di Fratelli d’Italia. Preoccupati da un’equazione che inizia a circolare pericolosamente anche sui social: si scrive Meloni, si legge Draghi.

Ti potrebbe interessare anche: “Autostrade fuori dal processo”. Dopo le promesse 5 Stelle, la beffa finale per i parenti delle vittime del Morandi