Vai al contenuto

“Si scrive Schillaci, si legge Speranza”. Belpietro stronca così il nuovo ministro: “Perché sbaglia ancora…”

Pubblicato il 04/04/2023 11:14

Un governo, quello guidato da Giorgia Meloni, che aveva promesso una fortissima discontinuità sul fronte della salute e della gestione del Covid e di future, eventuali emergenze. Prendendo le distanze im maniera chiara dal passato, con riferimento soprattutto a quel Roberto Speranza che era stato protagonista indiscusso della disgraziata stagione dei lockdown, dei Green pass e degli obblighi vaccinali. Mesi dopo l’insediamento, le promesse sono state mantenute? Decisamente no, secondo Maurizio Belpietro. Attraverso le pagine della Verità, il giornalista ha infatti stroncato nettamente il successore di Speranza, Orazio Schillaci: “Fa di tutto per sembrare invisibile. Evita le passerelle, diserta i talk show, quando concede interviste riesce a parlare per intere pagine senza dire nulla. Non sapessi che c’è, direi che alla Salute hanno messo un ologramma. Infatti, al momento niente di ciò che mi sarei aspettato ha trovato esecuzione”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Speranza tra i cogli***”. Spettacolo Sgarbi in Senato: così distrugge l’ex ministro (VIDEO)

schillaci speranza belpietro

Secondo Belpietro, piuttosto, tutto sembra procedere esattamente come prima: “Da Speranza a Schillaci, cioè da un ex assessore all’urbanistica prestato alla Sanità a un ex primario di medicina nucleare, senza alcuno scossone”. E dire che di motivi per una netta sterzata ce ne sarebbero, e parecchi. Le indagini sulla gestione della pandemia hanno dimostrato quanto errati fossero i proclami di Giuseppe Conte, ex premier che vantava di aver reso l’Italia “un modello imitato da tutti”. Tra errori, orrori e volute omissioni, niente di più distante dalla realtà. (Continua a leggere dopo la foto)

Altra questione sulla quale Belpietro ha stuzzicato Schillaci è la commissione d’inchiesta sulla pandemia: “So benissimo che non tocca a lui istituirla, ma forse sarebbe opportuna una spinta, quantomeno un’indicazione. Indagare sugli errori commessi eviterebbe di ripeterli. Che il ministero della Salute si sia fatto cogliere impreparato è cosa ormai accertata. Dunque, che senso ha ignorare le carenze registrate negli anni passati?”. (Continua a leggere dopo la foto)

E invece, per Belpietro siamo ancora costretti a fare i conti con “un piano vaccini con obblighi e profilassi non troppo diversi da quelli di Speranza. Se non hanno funzionato allora, perché dovrebbero farlo in futuro? Veniamo inoltra da una stagione in cui si è capito che i tagli alla sanità voluti dai precedenti ministeri hanno impoverito il servizio sanitario nazionale. Mancano posti letto in rianimazione e alcune specialità sono sguarnite di personale. Che vuol fare Schillaci? Ha un programma? Se sì, cosa prevede? Al momento, nessuno lo sa”.

Ti potrebbe interessare anche: “Buttate fuori chi fa domande”. Speranza se la prende con Italexit all’evento elettorale (VIDEO)