in

“Putin prepara un test nucleare in Ucraina”: la rivelazione del Times, la tensione è alle stelle

Pubblicato il 04/10/2022 17:39

Vladimir Putin avrebbe intenzione di effettuare un test nucleare ai confini dell’Ucraina. A riverlarlo è stato il Times, segnalando come fonte un’informativa inviata dalla Nato ai suoi membri. Secondo quando si apprende, un treno gestito dalla divisione nucleare segreta sarebbe partito in direzione del confine.

Konrad Muzyka, analista della difesa con sede in Polonia, ha affermato che il treno, avvistato nella Russia centrale, aveva la responsabilità “delle munizioni nucleari, del loro stoccaggio, della manutenzione e del trasporto”. Secondo la stampa britannica il treno si è mosso attraverso la Russia in direzione della linea del fronte ucraino. E potrebbe indicare che Putin sta preparando un test per mandare “un segnale all’Occidente”.

Una situazione di tensione crescente sulla quale è intervenuto l’ambasciatore russo a Parigi, Alexeï Meshkov, che in un’intervista a CNews ha provato a gettare acqua sul fuoco: “Non c’è per il momento alcun motivo  perché la Russia faccia uso di armi nucleari tattiche. Non siamo noi ad aver iniziato a usare l’arma  nucleare, sono stati gli Occidentali”.

“I ministri di  alcuni Paesi della Nato hanno dichiarato che nei loro Paesi ci sono armi nucleari – ha sottolineato Meshkov – La dottrina nucleare russa è molto  precisa. In due sole circostanze è giustificato l’uso di una tale  arma. Un attacco nucleare contro la Russia e i suoi alleati o un  attacco convenzionale che minacci l’esistenza stessa del nostro Stato. Il nostro Paese è democratico. Ci sono alcune  personalità politiche che si pronunciano sull’argomento. Ma per il  momento non c’è ragione di usare armi nucleari tattiche”.

Ti potrebbe interessare anche: “In arrivo la sesta ondata”. Gli ipervaccinati di Israele lanciano l’allarme: e da noi c’è chi si sfrega già le mani

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Si accascia nella sua officina, davanti ai clienti: Roberto, 53 anni, ennesima vittima di un “malore improvviso”

Transumanesimo, scientismo, democrazia: il trionfo del nichilismo positivo