x

x

Vai al contenuto

Paura per Biden, come in un film: il VIDEO dell’incidente e l’intervento della sicurezza. Armi in strada e traffico in tilt

Pubblicato il 18/12/2023 11:50 - Aggiornato il 18/12/2023 14:02

Paura per il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, e per la moglie Jill. Un incidente le cui immagini hanno subito fatto il giro del mondo, creando anche diversi interrogativi sulla sicurezza del presidente stesso e su cosa sia successo realmente. Un’auto appartenente alla colonna di veicoli che scorta il presidente degli Usa è stata infatti investita da una berlina argentata a Wilmington, in Delaware, dove si trovavano Joe Biden e sua moglie Jill. Il presidente e la First lady erano lontani dall’incidente e pertanto sono rimasti illesi. Biden è stato ripreso dalle telecamere nell’esatto momento in cui il Suv presidenziale (non la sua vettura personale, la Cadillac nera corazzata) parcheggiato insieme a tutti gli altri è stato tamponato dalla berlina. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Pronta a un passo indietro”. Elly Schlein, l’indiscrezione bomba: lo scenario in vista delle europee
>>> Mario Giordano asfalta Ferragni: “Ecco la sua beneficenza”. Come ha smontato il bluff della paladina della sinistra

Dalle immagini si vede il presidente Biden affacciarsi incuriosito (ma anche spaventato) dal marciapiede dopo il forte boato generato dall’impatto. Lui e la moglie erano appena usciti dalla sede centrale del comitato elettorale a Wilmington. Lo scontro è avvenuto intorno alle 20:09 (ora locale). Per precauzione le guardie del corpo hanno portato via il presidente, come prevede il protocollo di sicurezza. La macchina responsabile dello schianto è stata immediatamente circondata dai membri del Secret service (il servizio di scorta della Casa Bianca), che hanno puntato le armi contro il conducente. (Continua a leggere dopo il video)

L’uomo alla guida ha alzato le mani al cielo senza opporre resistenza. Non si sarebbe trattato quindi di un atto intenzionale, come peraltro confermato dagli agenti della scorta alla Cnn. “Non c’è stato alcun bisogno di protezione associato a questo evento e il convoglio del Presidente è ripartito senza incidenti”, ha commentato il portavoce del Secret Service Steve Kopek intercettato dalla Cnn. Sotto traccia, però, proseguono le indagini.

Ti potrebbe interessare anche: “Soldi dalle case farmaceutiche.” Virologi, chi li ha pagati e quanto (tanto): lo scoop de “Il Giornale d’Italia”