Vai al contenuto

Lutto nel mondo della politica. “Era un fedele servitore dello Stato”, unanime cordoglio per la morte di Franco Frattini

Pubblicato il 25/12/2022 15:49 - Aggiornato il 25/12/2022 15:58

È unanime il cordoglio, bipartisan si usa dire, per la scomparsa di Franco Frattini, l’ex ministro degli Esteri nei governi Berlusconi II e IV, che si è spento, a Roma, a soli 65 anni a causa di un tumore. Deputato dal 1996 al 2004 con Forza Italia e poi, dal 2008 al 2013, col PdL, era stato commissario europeo per la Giustizia nella Commissione Barroso nel periodo 2004-2008. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato una nota di cordoglio. “La sua scomparsa – per il Capo dello Stato – priva la Repubblica di un protagonista di alto profilo che in questi anni ha recato un importante contributo alla vita delle nostre istituzioni”. Profonda commozione da parte del presidente del Senato, Ignazio La Russa: “per molti anni ho avuto modo di lavorare con lui apprezzando le sue doti umane e politiche. Con Franco se ne va una persona perbene, una di quelle che lasciano tanti buoni ricordi”. Fra i primi a esprimersi sulla scomparsa prematura, naturalmente, anche Silvio Berlusconi. “Di lui ricorderò sempre la grande capacità di affrontare col sorriso problemi complessi”, ha commentato il Cavaliere. “Grande mestizia e profonda tristezza”, anche nelle parole di Enrico Letta, segretario del Partito democratico.

Un curriculum di tutto rispetto, quello di Franco Frattini. Ex alto magistrato (a 27 anni era già nell’Avvocatura dello Stato) e da ultimo presidente del Consiglio di Stato, nominato soltanto undici mesi fa, era stato anche presidente della Sioi (Società italiana per l’organizzazione internazionale). Lo scorso gennaio il suo nome era tra quelli circolati quale possibile candidato indicato dal centrodestra per l’elezione del presidente della Repubblica. (Continua a leggere dopo la foto)

Giorgia Meloni, con un tweet, ha voluto rendere omaggio a Frattini con queste parole: “Franco Frattini era un uomo garbato e intelligente, un servitore delle istituzioni”. Ma soprattutto: “Era mio amico”.

 Di un “politico acuto e leale servitore Stato” ha parlato Francesco Lollobrigida, ministro dell’Agricoltura. “Perdiamo un servitore dello Stato e un uomo perbene”, ha detto Luca Ciriani, ministro per i Rapporti col Parlamento.

Ti potrebbe interessare anche: “Dormivi?” “Ti querelo!” Scontro furibondo fra Salvini e Majorino: “Il problema è la sinistra” – Il Paragone