Vai al contenuto

“Misure insensate e illegali”. La clamorosa ammissione sulla pandemia: “È stato scioccante”

Pubblicato il 14/03/2023 09:43

Mentre in Italia la stampa continua a difendere le proprie posizioni, senza mai un’ammissione di colpa, in Germania c’è chi ha già iniziato a chiedere scusa ai propri lettori per quanto detto, sbagliando, durante la pandemia. È il caso del Der Spiegel, settimanale tedesco vicino alle posizioni del centrosinistra e che non si era mai schierato contro obblighi, chiusure e lockdown di sorta. In un editoriale subito diventato virale, il caporedattore Alexander Neubacher si è detto preoccupato “per la facilità con cui le libertà civili sono state sospese nella nostra presunta società liberale. Ora sappiamo che molte misure pandemiche erano prive di senso, eccessive, illegali. Non è stata una pagina gloriosa, nemmeno per noi media”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Abbandonato dallo Stato”. Invalido dopo il vaccino, ecco la drammatica storia di Roberto (il VIDEO)

misure insensate pandemia

“Misure insensate e illegali”. L’ammissione sulla pandemia

Neubacher ha ammesso che, nei primi mesi dall’esplosione della pandemia, in molti avevano iniziato a guardare alla Cina come a un modello da imitare, con tante persone a sostenere “la strategia ZeroCovid chiedendo alla politica di agire con una chiusura radicale dell’economia e della vita pubblica. In effetti, molte libertà sono state poi gravemente limitate”. (Continua a leggere dopo la foto)

Il Der Spiegel ha ricordato i tanti divieti introdotti recitando il mea culpa per non essersi schierato contro le restrizioni. Il tutto, proprio nei giorni in cui la Corte costituzionale del Brandeburgo ha sancito che la legge municipale di emergenza Covid “violava la Costituzione dello Stato in quanto minava la separazione dei poteri”. (Continua a leggere dopo la foto)

Attraverso le pagine de La Verità, Patrizia Floder Reitter si è chiesta quando una simile presa di posizione vedrà come protagonista una testata italiana: “Ci fosse qualche giornalone italiano altrettanto pronto a fare un esame critico degli errori commessi”. Secondo il Der Spiegel, “nessuno di noi può chiamarsi fuori da quella vergogna, nemmeno i media che amavano vedersi come il quarto potere”.

Ti potrebbe interessare anche: “Non è mai stato isolato davvero”. Il medico lancia l’inquietante ipotesi: “Vaccini prima che nascesse”