x

x

Vai al contenuto

“La prego, è imbarazzante”. Meloni umilia così la giornalista di sinistra: il VIDEO diventa subito virale

Pubblicato il 08/09/2023 09:28 - Aggiornato il 08/09/2023 10:44

La conferenza stampa sul Decreto Caivano si è trasformata in un vero e proprio tiro al bersaglio, con una parte dei giornalisti presenti per assistere alle dichiarazioni della premier che hanno tentato in ogni modo di metterla in difficoltà. Sfruttando, come era prevedibile, le parole del compagno di Giorgia Meloni, Andrea Giambruno, sui recenti casi di violenza sessuale che hanno fatto inorridire l’Italia. Un confronto serrato, quello tra la stampa di sinistra e la premier, che ha fatto schizzare verso l’alto l’asticella della tensione. E dal quale, però, la leader di Fratelli d’Italia è uscita decisamente vincitrice. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Cacciateli”. Eco-attivisti agli US Open di tennis, insorgono gli spettatori e arriva la polizia (VIDEO)
>>> “Multe ai genitori”. Dai cellulari alla droga: cosa cambia e chi rischia. Tutte le misure del “Decreto Caivano”

meloni fusani video

Il primo ad andare all’attacco contro Giorgia Meloni è stato il giornalista del Fatto Quotidiano Giacomo Salvini, che ha chiesto alla premier un commento circa le parole del suo compagno Andrea Giambruno su stupri, alcol e “lupi”: “Io non leggo in quelle parole ‘se giri i mini gonna ti violentano’ – ha replicato Meloni – ma una cosa simile a quella che mi diceva mia madre ‘occhi aperti e testa sulle spalle’. Gli stupratori esistono e non bisogna abbassare la guardia”. (Continua a leggere dopo la foto)

Una risposta molto chiara, durante la quale Meloni ha anche mostrato non ha risparmiato una stoccata a certa stampa: “Qualsiasi cosa Giambruno dica vengo chiamata in causa: ma quale è il concetto di libertà di stampa? Un giornalista non dice quello che pensa la moglie”. Poco dopo, però, ecco un nuovo attacco contro la premier, stavolta con protagonista Claudia Fusani del Riformista. (Continua a leggere dopo la foto)

“Il suo punto di vista rispetto al tema: no è no?” ha chiesto Fusani sempre a proposito di stupri. Meloni a quel punto ha allargato le braccia sconsolata: “La prego, Fusani, diventa imbarazzante. No è no, certo che è no. Certo che c’è libertà di uscire con le minigonne. Vabbé che io sono quella che vuole le donne un passo indietro agli uomini… Così mi vedete” ha ironizzato la premier, strappando applausi ai presenti.

Ti potrebbe interessare anche: “Il Pd vuole nascondere la verità sui vaccini”. La denuncia: “Cosa c’è in quella proposta di legge”