Vai al contenuto

“I vaccinati non infettano”. Storia di una bugia: cosa ci dicevano fino a pochi mesi fa i virologi

Pubblicato il 22/12/2021 11:14

Messi spalle al muro dalle evidenze, i virologi nostrani hanno già invertito il senso di marcia, recitando nuove strofe a ogni apparizione sul piccolo schermo: “Anche i vaccinati si contagiano? Certo lo sapevamo già”. Come dire, tutto nelle previsioni, tutto rigorosamente sotto controllo. Peccato che, però, le cose non stiano affatto così e per rendersene conto basta dare un’occhiata a quello che i nostri vip in camice dicevano dagli studi televisivi soltanto qualche mese fa, quando i farmaci anti-Covid venivano presentati come arma definitiva nella lotta al virus.

A ricostruire il balletto sull’efficacia dei vaccini è Francesco Borgonovo attraverso le pagine de La Verità. Partendo dalle ultime dichiarazioni del primario di Infettivologia del Policlinico Tor Vergata di Roma Massimo Andreoni, che ai microfoni del programma Agorà ha detto: “Il vaccino non impedisce il contagio perché non è il suo lavoro, non lo deve impedire”. Tradotto: se pensate che i farmaci-anti Covid nascano per bloccare la trasmissione del virus, evidentemente siete degli ignoranti e dovreste informarvi meglio. Lo stesso Andreoni, in estate, raccontava però di aver corso un serio pericolo per la propria salute dopo salvato un no-vax che stava affogando in mare, al quale aveva praticato la respirazione bocca a bocca.

“Dobbiamo evitare che i non vaccinati possano essere un pericolo” aveva detto in quell’occasione il medico, invitando tutti all’inoculazione. Oggi, invece, sostiene che i farmaci non impediscano di contagiare gli altri. Qualcosa, evidentemente, non torna. Più o meno lo stesso copione lo ha recitato il direttore di Pneumologia del Gemelli di Roma Luca Richeldi, ospite nelle scorse ore della trasmissione Otto e Mezzo. A suo dire, che il siero non fermi il contagio sarebbe cosa nota e stranota. A fine luglio, alle pagine del Corriere della Sera, lo stesso Richeldi aveva però sostenuto: “Ho paura per chi non ha voluto il vaccino, dobbiamo aspettarci l’epidemia dei non vaccinati”. Anche qui, dov’è la verità?

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, andava invece in Parlamento a chiedere di “smetterla con la bugia che i vaccinati si prendono il virus e lo trasmettono”. Oggi anche lui ha innestato la retromarcia. Così come Roberto Burioni, che l’11 ottobre ospitava sul suo sito Medicalfact un articolo dal titolo “La lezione di Burioni: il vaccino contro il Covid protegge anche chi non lo ha fatto”. La lista di chi oggi finge piena consapevolezza dopo aver detto per mesi e mesi il contrario sarebbe ancora più lunga, quasi infinita. La certezza è che tra i cosiddetti “esperti” a regnare sovrana è la confusione. L’importante però, a quanto pare, è non darlo troppo a vedere agli italiani.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista