in

“Ancora aspettiamo la lista delle patologie per l’esonero dal vaccino”. La denuncia dell’ex primario

L’ex primario del Pronto soccorso di Modena, il dottor Daniele Giovanardi, entra a gamba tesa sulla modalità di gestione della campagna vaccinale e soprattutto sul tema relativo alle patologie che dovrebbero consentire l’esonero dal vaccino anti-Covid. Sentito dalla redazione de La Pressa, Giovanardi ha tuonato: “Parlo da medico nell’interesse dei malati. Riporto integralmente le parole del dottor Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, il 4 agosto 2021. In sintesi il dottor Rezza si impegna a consegnare ai medici vaccinatori una nutrita lista di patologie che controindicano le vaccinazioni a soggetti fragili e che comportano l’esenzione…”. (Continua a leggere dopo la foto)

“A titolo esemplificativo – sottolinea Giovanardi che ricorda che la lettera è datata agosto 2021 (e siamo già a metà novembre, ndr) – ne indicava alcune: allergia a componenti del vaccino, sindrome di Guillaime-Barre’, pericarditi e miocarditi post vaccinali, specificando che questo era un piccolo riassunto in attesa di una allargata e definitiva. Nella stessa circolare dava via libera alla vaccinazione di donne gravide e in allattamento specificando che la Pfizer non aveva condotto nessuno studio su donne gravide e per questo motivo non erano emerse controindicazioni”. (Continua a leggere dopo la foto)

Giovanardi a questo punto evidenzia il grande intoppo e lancia l’allarme: “La lista definitiva delle patologie da esonerare non è mai arrivata ai centri vaccinali. La parola d’ordine è quindi vaccinare tutti coloro che non rientrano nei 4 casi citati come esempio (come confermato dalla circolare Federazione Nazionale Medici di Famiglia Fimg dell’11-10-21)”. Ad oggi, quindi, i vaccinatori continuano a inoculare il vaccino senza sapere se le eventuali patologie da cui sono affetti i cittadini che si recano negli hub sono da considerarsi passibili di esonero oppure no. Ogni volta, dunque, è un tentativo. Se il cittadino la sfanga, bene. Se ci lascia le penne, pazienza. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare anche: Paragone e Kennedy, incontro in difesa della libertà e dei diritti

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Siamo ancora in emergenza però arriva la batosta fiscale”

Conti in tasca ai signori del vaccino: quanto hanno guadagnato Pfizer, BionTech e Moderna