in

I “guardiani del clima” Ue volano tutti sul jet privato: ma Greta lo sa?

Predica bene, razzola decisamente meno bene. Bruxelles e l’ambiente sembrano avere un rapporto un po’ confuso, almeno stando alla discrepanza tra quanto predicano i politici europei e quanto invece, da un punto di vista pratico, fanno. Nello specifico, non rinunciando mai alla comodità di spostarsi in aereo. Come riporta Politico, l’esempio lampante di questa ipocrisia riguarda i voli su jet privati per alti funzionari e i commissari. Secondo un documento pubblicato nella banca dati delle gare d’appalto comunitarie, Bruxelles ha aumentato di 3,5 milioni l’importo che può essere speso nel nuovo contratto per i voli “air taxi”.

Il nuovo importo massimo di 10,71 milioni di euro per il contratto, che va dal 2016 al 2021, rappresenta un aumento del 50% sul valore originale di 7,14 milioni di euro. Voli che ovviamente vengono rimborsati in toto con i soldi dei contribuenti europei. Il tutto mentre gli onorevoli della Commissione Ue si riempono la bocca di belle parole e di retorica climaticamente corretta. In vista del vertice delle Nazioni Unite sul clima di New York, Miguel Arias Cañete, commissario europeo per l’azione per il clima e l’energia, ha dichiarato: “L’Ue ha una storia forte da raccontare: siamo leader globali del clima”.

Ursula von der Leyen, neo-presidente della Commissione europea, ha sottolineato come siano necessarie da parte di Bruxelles “nuove iniziative più ambiziose per quanto riguarda il cambiamento climatico, io vorrei che l’Europa fosse il primo continente neutro nel 2050, obiettivo molto ambizioso. Il tempo è poco dobbiamo agire”.

Di fronte alle osservazioni di Politico, che sottolineavano una certa discrepanza tra quanto promesso e quanto fatto, la Commissione ha replicato che i jet privati ​​vengono noleggiati solo quando non ci sono altre opzioni e ha osservato che le spese di viaggio del presidente sono pubblicate regolarmente. Il portavoce della Commissione ha aggiunto che “il presidente prende sempre voli charter in linea con le regole esistenti” e gli air taxi possono essere presi in considerazione “solo quando non sono disponibili voli commerciali per raggiungere una destinazione, quando non possono adeguarsi agli impegni del diario del presidente o dei membri del Collegio [dei commissari] o per motivi di sicurezza”.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/banche-mercati/tassi-bassi-banche-draghi/

Quel dramma silenzioso delle forze dell’ordine: ogni settimana, un agente si toglie la vita