in

“Mi faccio da parte”. Il big si sfila dal futuro governo, scoppia un’altra bomba nel centrodestra

Pubblicato il 29/09/2022 11:55

È guerra vera, ormai, tra Fratelli d’Italia e Lega dopo la vittoria delle elezioni. E lo scontro non è solo tra i due leader, Meloni e Salvini, ma anche a livelli più bassi. Con l’aggravante che la Lega sta anche vivendo una faida interna. Lo scenario, dunque, non è dei migliori in vista della formazione di un nuovo governo. E l’ultima bomba ad esplodere, dopo che la leader di FdI ha avvisato Salvini che non andrà agli Interni, riguarda il numero 2 del Carroccio, Giancarlo Giorgetti. Come racconta anche Il Messaggero, “nel toto-nomi del futuro governo, il suo (di nome) entra ed esce, tra sussurri, mezze smentite, retroscena, indiscrezioni. C’è chi racconta che Matteo Salvini non lo vorrebbe («nessuno dei ministri che c’erano nell’esecutivo Draghi», il pensiero espresso in questi giorni dal segretario leghista), chi dice che invece Giorgetti sarebbe in ballo per la presidenza della Camera”. Dov’è la verità? (Continua a leggere dopo la foto)

Racconta Ernesto Menicucci nel retroscena: “Giorgetti, al momento, non si scompone. Anzi, a chi glielo ha chiesto in questi giorni, ha già fatto capire il suo punto di vista: dopo un anno e mezzo al governo e dopo la rielezione in Parlamento, meglio fare il deputato semplice. Senza incarichi: di governo, istituzionali o di partito. In molti, da più parti, cercano di tirarlo per la giacchetta: è con Salvini o è contro Salvini? È rimasto draghiano o non lo è più? Sul congresso o congressi della Lega come si schiera? Lui ha già deciso: ‘Tolgo tutti dall’imbarazzo’, il suo pensiero”. (Continua a leggere dopo la foto)

Giorgetti, per ora, mantiene il suo proverbiale riserbo. “Ma la posizione, nelle ultime ore, non è cambiata. Fosse stato per lui, forse, non si sarebbe neppure ricandidato al Parlamento. Di certo, da quanto trapela, non è una cosa che ha chiesto lui. Ha risposto alla chiamata, come altre volte gli è capitato in passato e come probabilmente gli capiterà ancora. Ma adesso è pronto a ritirarsi, come un novello Cincinnato. Anche perché, come ha confidato recentemente a chi gli sta vicino, questi ultimi due anni sono stati piuttosto faticosi e impegnativi”. (Continua a leggere dopo la foto)

Dal punto di vista fisico, sicuramente. Ma anche da quello psicologico. “In diverse circostanze, sempre in privato per carità, Giorgetti aveva espresso la delusione per essersi sentito lasciato solo. E ora? Cosa fare? Giorgetti farà il parlamentare. Stop. Chi lo conosce sa che – se proprio avesse dovuto accettare una proposta – avrebbe preferito un ruolo istituzionale, la cifra stilistica che – dopo aver fatto parte di un governo di larghe intese e aver dimostrato più volte un equilibrio apprezzato anche da suoi avversari politici – si sente più vicina”. Salvini e i leghisti non lo vogliono, lui non brama per avere un ruolo. Game over.

Ti potrebbe interessare anche: “Trovate tracce di mRna”. Lo studio choc che ora allarma milioni di mamme nel mondo

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Le mascherine non scompariranno”. La ‘trappola’ lasciata da Speranza scatterà il primo ottobre

“Reddito di cittadinanza? Lo aboliremo. Ecco con cosa sarà sostituito”: l’annuncio di La Russa