in

“Pronto attentato con cianuro e armi chimiche”. Scatta il blitz della polizia. Cosa sta succedendo

Pubblicato il 08/01/2023 13:20

Pianificava una vera e propria strage con un arma chimica, l’iraniano 32enne arrestato, assieme a un’altra persona, stanotte in una cittadina tedesca. L’uomo è stato fermato assieme a un’altra persona nella cittadina tedesca di Castrop-Rauxel, nel Nord-Vestfalia, e sulla matrice islamista dell’attentato, fortunatamente sventato, vi sono le certezze cristallizzate nel comunicato della polizia federale criminale BKA di Munster e della procura generale di Dusseldorf: l’uomo stava preparando “un atto di violenza grave e di minaccia – si legge nel comunicato – per la sicurezza dello Stato”, essendosi procurato tossine letali come cianuro e ricina “per commettere un attentato di natura islamista”. C’è anche una seconda persona arrestata, dicevamo: secondo l’emittente pubblica regionale WDR, i due sarebbero fratelli. Anche il secondo arrestato è stato condotto in carcere. Non è ancora chiaro il suo ruolo nell’attentato e il suo eventuale grado di complicità. Dall’abitazione del sospettato si sono visti uscire gli specialisti con indosso le tute anti-contaminazione. (Continua a leggere dopo la foto)

Germania arrestati iraniani preparavano attentato

Le prove sono state collocate in contenitori e portate in un sito di decontaminazione allestito dai vigili del fuoco. Secondo la Bild, le autorità tedesche erano state avvertite da servizi d’intelligence stranieri (al momento non sappiamo quali) della minaccia di un attentato terroristico islamico con una “bomba chimica”. La ricina, infatti, è un agente molto tossico, classificato dal Robert Koch Institute come arma biologica, che viene estratta dai semi della pianta di ricina. Può diventare un veleno mortale, così come il cianuro. (Continua a leggere dopo la foto)

Ancora non sappiamo se il pericolo fosse imminente e a che punto fossero i preparativi. La Germania è stata presa di mira negli ultimi anni da numerosi attacchi islamisti, tra cui, come si ricorderà, un attacco con un camion ariete a un mercatino di Natale nel dicembre 2016 che ha causato tredici morti.

 Potrebbe interessarti anche: Il dossier dell’Oms recuperato dal Web inguaia Conte e Speranza (ilparagone.it)

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Conte e Speranza paghino”. Spunta il dossier segreto e per loro si mette male

“Ecco perché la benzina è alle stelle”. La Procura indaga e scattano i controlli della GdF