in

“Falliti”. Sfiancati dal Covid e tartassati dallo Stato, viaggio nel mondo di chi vuol ricominciare

Pubblicato il 25/03/2023 13:09 - Aggiornato il 25/03/2023 13:10

Cosa succede quando un imprenditore in Italia non riesce a pagare il suo debito ed è destinato alla rovina? Vediamolo insieme, ma prima facciamo un passo indietro. Sono ormai 15 anni che in Italia si parla di crisi economica e i fallimenti sono stati decine se non centinaia di migliaia. Prima quella scoppiata nel 2008, che, secondo l’Osservatorio Cerved, nel 2015 contava già oltre 82 mila imprese fallite; poi quella portata dalla pandemia e dalla guerra. Per avere un’idea chiara degli effetti sulle attività commerciali dovremo aspettare ancora un po’, anche se Confcommercio stima ulteriori 120 mila aziende a rischio fallimento nel 2023. (Continua dopo la foto)

Con la realizzazione del lungometraggio Falliti si denuncia come il nostro paese, a differenza del resto del mondo, non abbia mai attuato una politica di rilancio per tutte quelle persone finite nel vortice del debito. Attraverso le analisi di esperti e interventi di personaggi del mondo della cultura, “Falliti” ci accompagna all’interno delle dinamiche che colpiscono gli imprenditori sovraindebitati in Italia. Il lungometraggio non rivelerà storie romanzate o star di Hollywood, ma mostrerà la cruda realtà: storie reali di imprenditori italiani. Il progetto cinematografico si propone di guidare lo spettatore in questo delicato mondo mediante il racconto di una testimone, mostrandone tutti gli aspetti che altrimenti rimarrebbero noti solo a chi ci si ritrova impantanato dentro. (Continua dopo la foto)

“Credo che ci sia un grande bisogno di prodotti di questo tipo, per mostrare quale sia la reale situazione che vivono gli imprenditori in Italia. – Commenta Gianmario Bertollo, fondatore di Legge3.it, che da anni aiuta imprenditori e privati ad uscire da situazioni di sovraindebitamento – Purtroppo, dal di fuori si ha una percezione completamente distorta dell’imprenditore, spesso visto come evasore o sfruttatore, mentre la realtà dei fatti è ben diversa. La nostra economia si fonda principalmente su piccole e medie imprese. Parliamo, quindi, di piccoli imprenditori, che si fanno carico di rischi e di spese, tra mille difficoltà. E sono loro che mantengono viva l’economia italiana”.

Il 2 aprile alle ore 11:00 non perdere al cinema Barberini di Roma la proiezione del film Falliti che denuncia come in Italia non ci siano strumenti per il rilancio degli imprenditori usciti dal sovraindebitamento!

“Buttate fuori chi fa domande”. Speranza se la prende con Italexit all’evento elettorale (VIDEO)

Caro bollette, in arrivo sconti e il bonus famiglie. Ecco come ottenerlo e chi può usufruirne