Vai al contenuto

De Vita va all’attacco contro Pfizer: “Perché hanno censurato il più grosso scandalo degli ultimi anni”?

Pubblicato il 13/02/2023 17:03 - Aggiornato il 13/02/2023 17:19

Perché non si parla pubblicamente dell’ultimo scandalo, con tanto di video circolato in rete, che ha visto protagonista la società leader nella distribuzione di vaccini Pfizer? Se lo è chiesto in queste ore Roy De Vita, fra i più noti chirurghi plastici italiani e primario di Chirurgia Plastica dell’Istituto dei Tumori di Roma Regina Elena. In un filmato pubblicato sul proprio profilo Facebook, il medico è infatti andato all’attacco: “Pochi giorni fa un sito molto vicino ai corservatori americani e dal nome Project Veritas ha pubblicato una clip diventata rapidamente virale, con oltre 25 milioni. Si tratta di una testata che fa spesso giornalismo d’inchiesta con delle telecamere nascoste e che ha ‘incastrato’ in un locale pubblico il signor Jordon Trishton Walker, direttore del reparto Ricerca e Sviluppo di Pfizer. L’uomo, a cena, si è abbandonato a dichiarazioni pesantissime parlando della manipolazione del virus da parte dell’azienda e della speculazione sui vaccini”. Un filmato che ha creato scandalo tra gli utenti di tutto il mondo ma del quale le testate mainstream si sono rifiutate di parlare. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “La verità è che…”. Rivelazioni choc di un vertice di Pfizer: pubblicato l’audio rubato. Poi il mistero

De Vita: “Perché è stato censurato lo scandalo Pfizer?”

“Walker è un mitomane? – ha chiesto De Vita – Quanto detto in quel video era sufficiente a finire sui tg di tutto il mondo, invece la notizia è stata snobbata. Perché? Eppure quell’uomo lavora davvero per la Pfizer”. La stessa società, evidentemente imbarazzata dal filmato apparso in rete, non ha smentito le parole del suoi dipendente. “Eppure se quelle parole fossero state false, a maggior ragione sarebbe stato ragionevole aspettarsi un intervento di Pfizer, mai arrivato”. (Continua a leggere dopo la foto)

de vita pfizer

De Vita ha anche sottolineato come YouTube abbia rimosso il video dalla propria piattaforma. “La diffusione del filmato però è avvenuta attraverso i canali più disparati e bloccare tutto era impossibile. Perché però si è tentata di cancellare la vicenda? Anche in Italia in pochissimi hanno fatto accenno all’accaduto”. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo De Vita siamo arrivati al punto in cui i chiarimenti necessari da parte di Pfizer iniziano a essere troppi. “Chi dovrebbe chiedere spiegazioni è però inspiegabilmente muto. Con le fazioni che si sono create, la trasparenza verso tutto ciò che riguarda i vaccini diventa un dovere assoluto e se Pfizer ha comportamenti poco chiari, porsi dei dubbi non significa essere no vax. Non porseli, però, significa essere sicuramente in malafede”.

Ti potrebbe interessare anche: Pfizer: “Faremo qualcosa che non si è mai visto”. L’inquietante annuncio: “Cosa accadrà nel 2024”