Vai al contenuto

“Cioccolato con le larve”. Esiste già ed è possibile trovarla online: quali marche la producono (e come evitarla)

Pubblicato il 20/02/2023 12:11 - Aggiornato il 24/02/2023 09:04

Vi abbiamo raccontato tante volte della guerra dichiarata dall’Unione Europea alle eccellenze italiane, punite da etichette sempre più offensive e destinate, se i nostri politici non decideranno di alzare la voce, a sparire presto o tardi dalle tavole di tutto il mondo. Prodotti come formaggi, vini, olio, da sempre considerati un punto di riferimento assoluto e che oggi, di colpo, si sono invece ritrovati dietro la lavagna dei cattivi. Al loro posto, l’Ue ha deciso di promuovere gli insetti, eletti a cibo del futuro nonostante le rimostranze di un’ampissima fetta della popolazione. E così c’è chi, consapevole del fatto che nessuno andare allo scontro frontale con Bruxelles, ha deciso di iniziare a muoversi per entrare nel business a base di farina di grilli e prodotti simili. Compresi alcuni produttori di cioccolato, come spiegato dalla testata Affari Italiani. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “La classifica dei cibi che contengono insetti”. Senza saperlo li mangiamo già: ecco quando (e in che quantità)
>>> Arriva il Italia il “Grillo Cheesburger”: come riconoscere il panino a base di insetti (e dove sarà venduto)

cioccolato larve come riconoscerlo

Il cioccolato è d’altronde uno degli alimenti più amati al mondo: soltanto n Italia una persona ne consuma circa 4 chili l’anno, un dato che i produttori non possono certo trascurare. E che ha spinto alcune aziende a muoversi in anticipo per introdurre gli insetti in questo settore particolarmente redditizio, nella consapevolezza che l’Ue continuerà a insistere anche nei prossimi anni su questo fronte. Online è così già possibile trovare il cioccolato con le larve: ecco chi lo produce (Continua a leggere dopo la foto)

Cioccolato con le larve: come riconoscerlo

Per fare il cioccolato, gli insetti utilizzati sono le camole intere essiccate, larve che danno al prodotto un effetto “riso soffiato”. Tra le aziende che si sono già gettate nel business c’è la francese “Micronutris – Tavoletta di cioccolato con insetti”, che ha introdotto nelle barrette, oltre ai classici ingredienti, le larve di Tenebrio molitor essiccate (3,57%). Il contenuto è specificato nell’etichetta, anche se non sempre con scritte di dimensioni adeguate. Non è stata soltanto la Francia, però, a muoversi. (Continua a leggere dopo la foto)

Anche il cioccolato Dschungelade di Snack Insects contiene infatti un alimento decorato con tarme della farina tostate, che secondo i produttori conferirebbe alle barrette una consistenza croccante e una leggera nota di nocciola. Prodotti che difficilmente si trovano sugli scaffali dei nostri supermercati ma nei quali è facile imbattersi online. Meglio, allora, fare attenzione a quello che si acquista, per evitare di ritrovarsi a fare i conti con qualche spiacevole sorpresa.

Ti potrebbe interessare anche: “Stop alle caldaie”. L’Europa impone il cambiamento: ecco entro quando e come fare per sostituirle