Vai al contenuto

“Stangata sui bonifici, fino al 15%”: commissioni alle stelle, ecco in quali banche sono già aumentate

Pubblicato il 16/02/2023 11:58 - Aggiornato il 16/02/2023 11:59

Un momento decisamente complicato, questo, per le famiglie italiane, costrette a fare i conti con aumenti che interessano ormai quasi ogni prodotto, dai generi alimentari alla benzina e al diesel fino alle bollette. E se con l’inverno avviato al termine almeno qualche buona notizia potrebbe arrivare dal clima, non mancano campanelli d’allarme anche in vista dei prossimi mesi: come spiegato dalla testata specializzata Qui Finanza, il 2023 potrebbe infatti essere segnato da un aumento dei tassi applicati dalle banche ai correntisti. Una stangata che finirebbe per interessare milioni di italiani: dai bonifici ai canoni delle carte di pagamento, passando anche per i prelievi agli sportelli automatici di banche diverse dalla propria, le voci in aumento sono tante e c’è anche il rischio di vedere crescere il costo di quelle commissioni che, puntualmente, spaventano i clienti. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Fino a 2,5 euro al litro” Benzina, ecco da quando ripartiranno i rincari. Stangata in arrivo
>>> “Stangata sulla caldaia”. Dopo l’obbligo di ristrutturare casa, ecco l’ultima trovata dell’Ue

aumento bonifici quali banche

Secondo l’ultima rilevazione effettuata da Altroconsumo per L’Economia, il maggior rincaro sarebbe legato ai bonifici, ma ad aumentare in queste settimane sarà anche il costo del canone della carta di credito, peraltro già in crescita da qualche anno. Si parla di un aumento in media del 15,28%, che finirebbe per sforare i 50 euro (49,80 euro). Anche il canone del Bancomat è segnalato in salita , con un costo che in media supera i 9 euro: in dettaglio 9,10 euro, con un incremento dell’1,11%. (Continua a leggere dopo la foto)

Altra voce da tenere d’occhio è quella legata alla commissione per il prelievo di contante agli sportelli automatici di banche diverse dalla propria. Il costo di quest’operazione ha ormai superato i 2 euro, standard massimo fino a qualche anno fa, arrivando a una media di 2,11 euro. L’incremento, in questo caso, è stato del 2,4% in un solo anno. (Continua a leggere dopo la foto)

Infine, occhio ai bonifici online e agli sportelli. Infatti, secondo quanto rilevato da Altroconsumo, il rincaro maggiore dalle banche sarebbe proprio quello relativo al bonifico online, salito del 16,59%. Se in passato il costo era di 86 centesimi, ora si parla addirittura di un euro. Fra gli istituti che hanno aumentato il costo di questa operazione ci sono Bper (da 1,49 euro a 1,75), Crédit Agricole (da 0 a 0,75 euro), Unicredit (da 2,25 euro a 2,47) e Intesa Sanpaolo (da un euro a 1,20). Ma a costare di più è anche il bonifico allo sportello, con un aumento medio dell’11%, da 4,98 a 5,54 euro.

Ti potrebbe interessare anche: Bancomat e carte bloccati in tutta Italia. Caos e lamentele ovunque, ecco cosa sta succedendo