in

“Via chi vuole distruggere l’Italia!”, l’iniziativa Italexit contro la visita di Lagarde

Nella serata di domenica 28 novembre i militanti della sezione torinese di Italexit hanno affisso una serie di manifesti intorno al Teatro Carignano, luogo della conferenza con l’attuale presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde.

Il manifesto affianca l’immagine di Cavour a quella di Lagarde, accompagnato dalla più che esplicita didascalia “Chi ha creato l’Italia e chi vuole distruggerla!”. Il partito fondato dal Senatore Paragone vuole infatti sottolineare la profonda contraddizione dell’evento, proprio davanti a quel Parlamento Subalpino in cui di fatto è nata l’Italia. Antonio Pappalardo, referente torinese di Italexit, commenta così l’iniziativa: “Lagarde è persona non gradita in una città come Torino, che ha pagato e paga ancora oggi un prezzo altissimo in nome della cosiddetta austerity imposta dalla BCE. In questo angolo di Torino abbiamo il primo Parlamento d’Italia, il Museo del Risorgimento, le lapidi in memoria di Oberdan e Battisti: luoghi, vicende ed eroi uniti dal sogno di creare un’Italia libera, unita, sovrana che oggi vengono umiliati dalla presenza di chi vuole distruggere il Paese con il ricatto del debito e della moneta unica. Non possiamo dimenticare che, prima di Lagarde, era il Presidente Draghi a dirigere l’istituto. L’affinità tra i due è evidente: o da Francoforte o da Roma, l’obiettivo è sempre quello di rendere l’Italia colonia economica di Germania e Francia come con il recentissimo Trattato del Quirinale. Se l’Italia vuole tornare ad essere artefice del proprio destino e riprendersi il posto che le compete nel mondo, l’unico modo per farlo è l’uscita dall’Unione Europea.”

Il Natale che tutti ci meritiamo

Il CDC Usa cambia la definizione scientifica di “vaccino” per farci rientrare quello anti-Covid