Vai al contenuto

La Svizzera ci “ruba” gli infermieri. L’allarme dei sindacati: “Così gli ospedali italiani collasseranno”

Pubblicato il 30/05/2023 15:20

In Italia c’è storicamente una carenza di personale all’interno degli ospedali. Nel frattempo, però, la Svizzera viene a cercare infermieri dalle nostre parti, portandoseli in casa. L’ennesimo paradosso della sanità nostrana è stato raccontato dal Corriere della Sera, che ha spiegato come ad attirare professionisti verso i confini elvetici siano, soprattutto, degli stipendi molto più alti. A lanciare l’allarme sono stati i sindacati della categoria, che hanno sottolineato come una situazione del genere potrebbe presto mettere in ulteriore difficoltà il sistema sanitario, già notevolmente piegato dagli anni della pandemia da Covid-19 e dalle difficoltà degli ospedali a reperire personale. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Ospedali italiani, la classifica dei migliori e dei peggiori. Dove (non) conviene farsi curare

Antonio De Parla, presidente di Nursing Up (Sindacato infermieri italiani), ha spiegato: “La Svizzera ha aperto la caccia all’infermiere italiano, mettendo sul piatto uno stipendio mensile che prevede almeno il doppio della retribuzione italiana”. Questo significa “3 mila euro netti di stipendio base, per arrivare anche a picchi di 8 mila, dopo anni di lavoro sul campo e una specializzazione”. (Continua a leggere dopo la foto)

I professionisti sanitari italiani sono così attratti dalle offerte provenienti da altre nazioni, su tutte la Svizzera seguita da Germania, Lussemburgo, Belgio, Olanda e Regno Unito. Gli elvetici, oltre che sulla vicinanza geografica, possono contare sul fatto che in molte zone si parli la nostra lingua, permettendo così agli infermieri di prendere subito servizio. “La situazione è sotto gli occhi di tutti e va raccontata alla collettività – ha concluso De Parla – la fuga di infermieri italiani all’estero continua ad allargarsi a macchia d’olio”. (Continua a leggere dopo la foto)

Facendo un semplice confronto, mentre in Italia un infermiere che lavora nel settore pubblico guadagna in media 29.233 euro l’anno (poco più di 2.400 euro al mese), in Svizzera lo stipendio può arrivare fino a 62 mila euro, per un valore di oltre 5 mila al mese. Si tratta di cifre lorde, ma secondo il sindacato Nursing Up lavorando per una struttura sanitaria elvetica un infermiere italiano può arrivare a guadagnare anche 3.300 euro netti al mese.

Ti potrebbe interessare anche: Dopo tre anni l’ospedale riapre alle visite ai degenti. Una battaglia vinta da Italexit