in ,

Nuova variante in Sudafrica, crollano le borse: “Forse i vaccini non sono efficaci”

Gli scienziati in Sudafrica hanno identificato una nuova variante Covid con mutazioni che secondo uno studioso hanno segnato un “grande salto nell’evoluzione”, spingendo diversi paesi a limitare rapidamente i viaggi dalla e per la regione. In poche ore, Gran Bretagna, Israele e Singapore avevano limitato i viaggi dal Sudafrica e da alcuni paesi vicini, citando la minaccia della nuova variante. Subito dopo l’annuncio si è registrato un crollo delle borse. Negli ultimi due giorni, gli scienziati hanno rilevato la variante B1.1.529 dopo aver osservato un aumento delle infezioni nel centro economico del Sudafrica che circonda Johannesburg. (Continua a leggere dopo la foto)

Come riporta il New York Times, finora sono stati identificati 22 casi positivi nel paese, secondo l’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili del Sudafrica. Ad Hong Kong sono stati rilevati due casi, entrambi apparentemente legati a qualcuno che aveva viaggiato dal Sudafrica. Una preoccupazione di fondo su questa variante è se limiterà l’efficacia dei vaccini. Infatti la variante B1.1.529 ha una “costellazione di mutazioni molto insolita”, con più di 30 mutazioni nella sola proteina spike, ha affermato de Oliveira. Sul recettore ACE2, la proteina che aiuta a creare un punto di ingresso per il coronavirus per infettare le cellule umane, la nuova variante ha 10 mutazioni. In confronto, la variante Beta ne ha tre, la variante Delta ne ha due, ha affermato de Oliveira. Gli scienziati non sono ancora chiari sull’efficacia dei vaccini esistenti contro la nuova variante, che mostra mutazioni che potrebbero resistere alla neutralizzazione. (Continua a leggere dopo la foto)

Nel dicembre 2020, il Sudafrica è stata la prima nazione a segnalare la comparsa della variante Beta, che ora si è diffusa in quasi 70 paesi. Gli scienziati sono preoccupati che alcuni studi clinici abbiano dimostrato che i vaccini offrono una protezione inferiore contro la variante Beta. Da allora, la variante Delta più virulenta e aggressiva si è diffusa in tutto il mondo e si ritiene che stia alimentando l’ultima ondata di casi. La variante è stata identificata anche in Botswana. Il ministero della salute del paese ha confermato in una dichiarazione che sono stati rilevati quattro casi della nuova variante in persone che erano tutte completamente vaccinate. (Continua a leggere dopo la foto)

Intanto la Gran Bretagna ha vietato i voli da Sudafrica, Botswana, Eswatini, Lesotho, Namibia e Zimbabwe. Le sei nazioni verranno aggiunte alla lista rossa del paese, che richiederebbe ai viaggiatori britannici provenienti da quelle nazioni di mettere in quarantena all’arrivo. Nel giro di poche ore, funzionari di Israele e Singapore avevano annunciato che anche loro avrebbero aggiunto gli stessi Paesi alle loro liste rosse, insieme al Mozambico. E la tempesta si è subito abbattuta anche sul mercato finanziario? Perché? Proprio perché si è capito che probabilmente i vaccini non sono efficaci per questa variante. La Borsa di Tokyo scivola sotto il 3%, toccando i minimi da un mese, sui timori legati alla scoperta della nuova variante di coronavirus, annunciata dalle autorità sanitarie del Sudafrica come particolarmente contagiosa e capace di decine di mutazioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Segnali di allarme arrivano anche dai futures sulla piazza di New York, in caduta di un punto su tutti i principali indici. Come scrive anche Repubblica, la reazione della Borsa in Tokyo è legata soprattutto al fatto che il Paese si considerava di fatto in sicurezza in ragione delle vaccinazioni effettuate e della situazione del contagio: il numero dei nuovi casi di Covid-19 in Giappone è significativamente diminuito a partire da settembre e ieri ci sono stati solo 163 casi sull’intero territorio nazionale, contro il picco di oltre 25mila registrato ad agosto. La prospettiva di ricadere nell’incubo è avvertita dunque per primi dagli investitori.

Ti potrebbe interessare anche: Cacciari: “L’Italia è un Paese per vecchi, dove si chiedono sacrifici solo ai giovani”

“Ecco la vera causa dei contagi nelle scuole”: la dura critica degli insegnanti all’obbligo vaccinale

Attività fisica, minori e zone gialle. I chiarimenti sui punti oscuri del Super Green pass