Vai al contenuto

Si accascia in campo, sotto gli occhi dei compagni: un malore fatale per il calciatore, 22 anni

Pubblicato il 30/11/2022 14:46

Si stava allenando insieme ai compagni di squadra, come quasi tutti i giorni. Improvvisamente però Andres Balanta, calciatore colombiano di soli 22 anni, si è accasciato sotto gli occhi dei presenti, colpito dall’ennesimo “malore improvviso” di questo assurdo 2022. Il ragazzo, in forza al club dell’Atletico Tucuman che lo aveva tesserato lo scorso giugno, è subito stato soccorso, con i medici del team intervenuti prontamente, ma purtroppo per lui non c’è stato niente da fare. A dare la conferma della morte è stata la squadra argentina per la quale giocava: “L’Atletico Tucumán si rammarica di confermare la morte del calciatore colombiano Andres Balanta. Abbracciamo e accompagniamo con profondo rispetto la tua famiglia e i tuoi amici in questo momento”. Tantissimi i messaggi di solidarietà arrivati da tutto il mondo del calcio. (Continua a leggere dopo la foto)

Come ricostruito da Fanpage, Balanta aveva iniziato da poco l’allenamento quando si è sentito male e ha perso i sensi. Dopo un primo soccorso prestato dai medici della squadra, il ragazzo era stato poi trasferito in ospedale, dove però è venuto successivamente a mancare. Uno dei vicepresidenti del club, Ignacio Golobisky, ha parlato di “colpo terribile per tutta la squadra”. (Continua a leggere dopo la foto)

Successivamente, anche per rispondere alle voci che parlavano di problemi di salute del ragazzo, l’Atletico Tucuman ha diramato una nota ufficiale sottolineando come tutti i calciatori in rosa vengano periodicamente controllati. Il club ha poi fatto le condoglianze ai famigliari e agli amici del giovane. (Continua a leggere dopo la foto)

Anche Radamel Falcao, grande gloria del calcio colombiano, con un tweet ha voluto omaggiare Balanta: “Una notizia molto triste quella della morte di Andres Balanta. Le mie più sentite condoglianze ai suoi familiari e ai suoi amici. E le mie preghiere in questi momenti così duri”.

Ti potrebbe interessare anche: Ischia, “Prepariamoci al peggio”. Cassese gela lo studio e asfalta Conte e l’abusivismo