in

Selvaggia Lucarelli e Burioni scatenano la caccia alle streghe contro i non vaccinati

Una sorta di vera e propria caccia alle streghe esplosa di colpo in rete e scatenata, questa l’accusa del Codacons, da Selvaggia Lucarelli, che durante l’ultima puntata di Ballando con le Stelle si è resa protagonista di un acceso siparietto sul tema vaccini. Commettendo tra l’altro, secondo l’associazione dei consumatori, “una gravissima violazione della privacy” per la quale è stata chiesta una netta presa di posizione da parte della Rai. Un caos che ha visto la giornalista e opinionista, giudice della trasmissione, finire sul banco degli imputati.

Selvaggia Lucarelli e Burioni scatenano la caccia alle streghe contro i non vaccinati

Cosa è successo di preciso? Durante la puntata una delle concorrenti in gara, Mietta, ha fatto sapere di essere positiva al Covid e non poter prendere parte alla competizione. La cantante si è comunque collegata da casa, per far vedere a tutti di essere in buone condizioni di salute e non allarmare il pubblico. A quel punto Lucarelli è però intervenuta dicendo: “Mi auguro che tutti i concorrenti e i ballerini siano vaccinati”. Mietta ha preferito non rispondere, non volendo evidentemente rivelare le proprie scelte personali. E Lucarelli, vedendola in difficoltà, ha prontamente incalzato: “Ti vedo sulla difensiva Mietta. Ci stai dicendo qualcosa?”.

Parole che hanno successivamente scatenato un vero e proprio assalto virtuale degli utenti contro la cantante, accompagnato dalle proteste di chi accusava Selvaggia di aver scatenato l’odio del web contro l’artista. Insieme all’immancabile Roberto Burioni, che si è tuffato nella polemica sparando: “In nome della privacy la domanda non si può fare, ma mi farebbe molto piacere sapere quale ‘motivo di salute’ impedisce a Mietta di vaccinarsi visto che la controindicazione esiste sostanzialmente per quelli con meno di 12 anni e per chi ha recentemente ricevuto un trapianto”. Un caso che alla fine, come anticipato, ha visto intervenire alla fine anche il Codacons.

L’associazione dei consumatori, infatti, ha denunciato “una gravissima violazione del diritto alla privacy avvenuta ieri nel corso della puntata di Ballando con le stelle, che ha scatenato una caccia alle streghe su web e social network a danno di una concorrente del programma, Mietta, e che ci porta oggi a chiedere interventi urgenti ai vertici Rai”. E ancora: “Così come contestiamo gli eccessi e le violenze dei no-vax, allo stesso modo dobbiamo stigmatizzare il comportamento aggressivo di chi, in diretta tv, ha lanciato una ‘inquisizione’ per sapere se concorrenti e ballerini della trasmissione si fossero sottoposti al vaccino”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

La proposta di Quota 102 e 104 nasconde un inganno

AstraZeneca, se Sileri sapeva perché non ha fermato gli Open Day? Lo scoop di Report