Vai al contenuto

“Malori improvvisi”, sei scomparse in 48 ore (e una tragedia sfiorata). La strage silenziosa continua

Pubblicato il 20/04/2023 18:32 - Aggiornato il 28/04/2023 11:52

Siamo sempre più sconcertati da quel che accade. In quarantotto ore i cosiddetti “malori improvvisi” hanno stroncato sei vite. Sei. In un altro caso, fortunatamente, il peggio è stato invece solamente sfiorato. Decessi assolutamente ingiustificati da motivi di salute pregressi, perché tra tutti e sei, leggendo i resoconti – spesso freddi, asciutti, asettici – nessuno pare avesse particolari problemi di salute. Colpisce, come in molti altri casi, la giovane età degli scomparsi: il più “anziano” avevano solo 54 anni, i due più giovani appena 27. E allora si impone una riflessione, non certo inedita sulle nostre pagine: possibile che solo noi e pochi altri organi di informazione si noti un qualcosa di strano, anzi di mai visto prima? Perché la comunità medico-scientifica, sinora solerte a dirci pure a che ora il virus contagiava, in quali luoghi e in quali no, adesso tace dinanzi a questa che è una vera strage? La situazione meriterebbe un approfondimento serio, non trincerandosi dietro l’inverosimile “Nessuna correlazione”, data anche la coincidenza temporale tra questa statistica impazzita e la campagna vaccinale a tappeto. E noi non diamo la colpa al vaccino per partito preso, ma riportiamo una ipotesi, invero condivisa da molti, che però viene ignorata. Dell’eccesso di mortalità e della coincidenza temporale, peraltro, fenomeno globale, abbiamo già scritto più volte ed è stato certificato dai dati statistici incrociati. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Ultim’ora – Paura alla Camera dei Deputati: malore improvviso per Bonelli, le sue condizioni
>>> “Censurati i malori improvvisi”. La protesta dei giornalisti contro Bertolaso. Cosa sta succedendo

sei malori improvvisi 48 ore

Il primo triste episodio (parliamo solo di quelli a noi noti) di cui diamo conto è accaduto a Piombino, nel livornese, dove un uomo, dopo aver perso il controllo della vettura e averne tamponata un’altra, pochissimi minuti dopo è morto per un arresto cardiaco. Il 54enne di Follonica è deceduto davanti ai presenti che, immediatamente, avevano richiesto l’intervento dei soccorritori, arrivati sul posto ma inutilmente, secondo la ricostruzione di LivornoToday. Un’altra tragedia si è consumata a Pescara. Un 50enne, in base alla ricostruzione di quanto successo, è sceso in strada per aiutare un vicino di casa che aveva l’automobile in panne. A quanto si apprende, improvvisamente non si è sentito bene e si è accasciato. Lanciato subito l’allarme sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 che hanno proceduto con le manovre rianimatorie, anche tramite il defibrillatore, visto che l’uomo era in arresto cardiaco. Ma purtroppo le azioni provate non hanno dato l’esito sperato ed è stata dichiarata la morte. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Troppi malori tra gli agenti”. L’esposto in Procura del sindacato di polizia: “Sequestrate i vaccini”

sei malori improvvisi 48 ore
Alessia Musumeci

Aveva solo 27 anni, Nicola Rinaldi, di Langhirano, in provincia di Parma. Assieme ad alcuni amici aveva raggiunto Dro, nel Trentino, per assistere alla gara del mondiale di motocross. Si erano sistemati in un furgone attrezzato per dormire e lì, assieme agli amici, Nicola aveva passato la notte. Al momento del risveglio, vedendo che Nicola non dava segni di vita, gli amici hanno immediatamente chiamato i soccorsi sanitari, mentre si alzava in volo l’elisoccorso per raggiungere la pista di Pietramurata e velocizzare il più possibile l’intervento e il trasporto in ospedale del giovane, che evidentemente ha sofferto di un malore fatale. Fatale perché ogni tentativo si è rivelato vano. Purtroppo, ci tocca andare avanti con l’aggiornamento di tale tristissima contabilità. Una giovane mamma di Scicli, incantevole borgo nel ragusano, Alessia Musumeci di appena 39 anni, ha avvertito un “malore improvviso” nel corso della notte, e inutile, anche in questo caso, il tempestivo arrivo dei soccorsi. La donna, che avrebbe compiuto i 40 anni il prossimo mese, lascia il marito Peppe e due figli piccoli. Una donna di 27 anni, invece, è morta in un’abitazione di Colloredo di Monte Albano. La giovane si trovava nella vasca da bagno quando ha accusato il malore. A dare l’allarme il suo fidanzato. La donna è morta poco dopo il suo arrivo all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “È una strage!” Due insegnanti della stessa scuola falciati da malori improvvisi in pochi mesi. Cosa è successo

sei malori improvvisi 48 ore
Marco Iannucci

Era un medico, il 48 vercellese urologo Marco Iannucci, è stato colpito da un infarto fulminante. Lascia la moglie e tre figli adolescenti. Infine, almeno una buona notizia, relativamente parlando: è stato tratto in salvo dai Vigili del fuoco il restauratore 54enne che si è sentito male a tre metri di altezza. Stava, infatti, lavorando al recupero degli archi storici dei sottoportici di via Soncin a Padova quando si è accasciato su un trabattello. Gli uomini dei Vigili del fuoco hanno quindi messo in sicurezza l’operaio, che è stato portato a terra e preso in cura dal personale sanitario della croce rossa per essere portato in ospedale.

Potrebbe interessarti anche: “Negati per poter imporre i vaccini”. L’accusa del dottor Barbaro (ilparagone.it)