Vai al contenuto

“È una strage!” Due insegnanti della stessa scuola falciati da malori improvvisi in pochi mesi. Cosa è successo

Pubblicato il 16/04/2023 13:02 - Aggiornato il 20/04/2023 12:26

Una vicenda surreale oltre che tragica e atroce, quella che giunge da Ravenna. Non è la prima volta che uno dei nostri articoli sui “malori improvvisi” dia conto di più di una scomparsa, ma c’è un ulteriore filo sottile che lega i decessi, per il solito malore fatale, di Benedetta Bissacco e Silvia Fagnola. Entrambe, infatti, erano insegnanti di religione: per la precisione, la prima, 30enne, aveva sostituito proprio la collega, a sua volta deceduta a fine ottobre a 50 anni, alla stessa scuola elementare “Giuseppe Garibaldi” del capoluogo emiliano. “Era stata proprio Benedetta Bisacco a dover parlare ai bambini della morte di Silvia Fagnola, la loro maestra, e ora saranno altri a dover spiegare agli stessi ragazzi la sua”, ha dichiarato Matteo Matteis, un collega dello stesso Istituto comprensivo. È appena il caso di ricordare, inoltre, che un’altra scuola di Ravenna compresa nel medesimo istituto comprensivo, ovvero la scuola primaria “Pasini”, aveva subito negli scorsi mesi un’ulteriore perdita, quella della docente Maria Teresa Ranieri, stroncata, va da sé, da un altro di quelli che chiamiamo con formula neutra “malori improvvisi”. Un’abnorme anomalia statistica che, da due anni a questa parte, si concretizza nel silenzio assordante della comunità medico-scientifica. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Censurati i malori improvvisi”. La protesta dei giornalisti contro Bertolaso. Cosa sta succedendo
>>> Lutto nel mondo dello sport. Il malore improvviso a soli 19 anni: “Addio campione”
>>> “Ecco perché non hanno fatto le autopsie”. Decessi post vaccino, lo scoop di “Fuori dal Coro” (VIDEO)

malori improvvisi insegnanti stessa scuola

La giovane docente che, come apprendiamo da Ravennaedintorni, frequentava l’Istituto superiore di scienze religiose “Sant’Apollinare” di Forlì, ha conosciuto una morte improvvisa, un malore che non ha dato scampo alla sua giovane vita di appena 30 anni “La ricordo – ancora nelle parole del collega Matteo Matteis – come un’insegnante capace di trasmettere il suo messaggio con un linguaggio adatto ai ragazzi. So che era anche una bravissima cuoca”. Anche Lorenzo Stoffella, responsabile del Cammino neocatecumenale di Boncellino, che l’insegnante frequentava, è scosso: “Per lei insegnare era una missione e una forma di evangelizzazione – afferma – Era un’insegnante appassionata. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Troppi malori tra gli agenti”. L’esposto in Procura del sindacato di polizia: “Sequestrate i vaccini”

malori improvvisi insegnanti stessa scuola

Come comunità viviamo questo lutto con dolore, ovviamente, ma anche nella speranza e nella certezza che sta vivendo la sua Pasqua. Benedetta era così: affrontava la vita con semplicità, sapendo che c’è qualcosa dopo”. Benedetta Bissacco è stata sepolta al cimitero della Certosa di Bologna, accanto al padre. Lascia la madre e una sorella maggiore.

Potrebbe interessarti anche: Le rivelazioni sui documenti AIFA e il vaccino ai guariti: lo sapevano (ilparagone.it)