Vai al contenuto

Lutto nel mondo dello sport. Il malore improvviso a soli 19 anni: “Addio campione”

Pubblicato il 18/04/2023 10:41

Lo hanno trovato privo di sensi a casa dello zio, con i disperati tentativi di soccorso che, purtroppo, si sono rivelati inutili. È morto così Ndione Souleymane, ragazzo originario del Senegal di soli 19 anni, con il sogno nel cassetto di diventare un calciatore. L’ennesimo caso catalogato ufficialmente sotto la voce “malori improvvisi”, espressione associata a episodi che si susseguono con allarmante frequenza in ogni Regione d’Italia. E che coinvolgono spesso anche giovanissimi, come nel caso di Ndione, diventato da anni salentino d’adozione e portiere presso la squadra della Rinascita Refugees. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Lutto nel mondo dello sport. Malore fatale per la campionessa olimpica e modella: “Cause sconosciute”
>>> Lutto nell’Arma dei carabinieri: Alessio, 51 anni, muore a causa di un malore improvviso
>>> “È una strage!” Due insegnanti della stessa scuola falciati da malori improvvisi in pochi mesi. Cosa è successo

Ndione Souleymane malore

Come spiegato dal Quotidiano di Puglia, il ragazzo era stato accolto a 16 anni nel progetto Sai di Carmiano, per minori stranieri non accompagnati. Un giovane solare, pieno di sogni e speranze e apprezzato anche per le sue doti calcistiche, visto che era considerato un ottimo prospetto. Da un mese circa si era trasferito a Milano con lo zio per alcuni impegni personali. (Continua a leggere dopo la foto)

Proprio a casa del parente il giovane, stando alle prime ricostruzioni, sarebbe stato colto da un malore: Ndione Souleymane è stato trovato privo di sensi nell’abitazione, con lo zio che avrebbe subito dato l’allarme. Inutile l’intervento dei sanitari del 118 e delle forze dell’ordine, che non sono riusciti a salvare il giovane. (Continua a leggere dopo la foto)

Souleymane era arrivato in Italia per rincorrere il sogno di diventare un calciatore e aiutare la sua famiglia in Senegal. Prima di compiere 18 anni era già diventato il portiere titolare della Refugees ed era stato protagonista nei tornei nazionali organizzati del Progetto Rete insieme alla Figc. Nel 2021 aveva vinto il campionato, risultando miglior portiere del torneo. A dare la notizia della tragedia è stata proprio la sua squadra, che ne attendeva il ritorno in gruppo.

Ti potrebbe interessare anche: “Nessuna patologia, una morte inspiegabile”. Il dramma di Marica, colpita da un malore mentre andava a lavoro