in

Santoro si batte per i diritti dei No-vax ora che ha il libro da promuovere: lo scontro con Annunziata

Lo aveva già detto a “Di Martedì”, su La7, davanti a un inorridito Floris. Lo ha ribadito in Rai, in faccia a Lucia Annunziata, ricevendo la stessa reazione. È evidente che, da grande giornalista quale è stato, Santoro non ci sta ad accettare il servilismo dei media e non tollera la censura che si sta applicando ai dissidenti e ai contrari. E lo dice a gran voce. Anche se val la pena far notare che questa battaglia si sta combattendo da tanto tempo ormai, e Santoro è spuntato fuori solo ora che ha il libro da promuovere. Una coincidenza che sta facendo storcere il naso a molti. Ospite nella trasmissione “Mezz’ora in più”, proprio per presentare il suo ultimo libro, l’ex conduttore di Annozero si è reso protagonista di un duro botta e risposta con Lucia Annunziata. Come ricostruisce Il Giornale, “gli animi si sono accesi e lo scambio di battute è stato piuttosto caldo. La miccia che ha innescato la disfida? I vaccini e il fatto che, come lamentato più di una volta dal giornalista, non ci siano voci contrarie al loro utilizzo nei talk televisivi”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Gli scienziati non sono Dio, devono fornirmi i dati per prendere le decisioni”, ha tuonato Michele Santoro. L’opinione del giornalista, però, non è stata accolta positivamente dalla collega: “Ma né tu né io siamo in grado di leggerli”. Una replica pungente da parte di Annunziata. Ma Santoro replica alla giusta obiezione con durezza: “Allora dobbiamo farci governare dagli scienziati? Ci sarà qualcuno che li deve saper leggere. Il rischio per me è metterli sul piedistallo come se fossero degli dei. Pretendo che mi diano quanti più dati possibile per verificare che le loro teorie siano corrette”. (Continua a leggere dopo la foto)

A quel punto anche Lucia Annunziata è andata all’attacco: “Vuoi criticare la politica, gli scienziati o tutti e due?”. Santoro ha tuonato: “Ci vuole più democrazia nel mio Paese”, accusando l’informazione italiana: “Poi se a te stanno bene i telegiornali che non danno spazio a opinioni critiche che ci sono e che corrisponde al 30 per cento dell’opinione pubblica, dimmi tu se questo è normale”. La Annunziata, quindi, ha scansato la polemica, dichiarando che lei si assume solo la responsabilità di quanto accade nel suo programma. (Continua a leggere dopo la foto)

“Scusa ma tu adesso non eserciti nel senso che non hai una tua trasmissione e vieni qui a farci notare queste cose? Vuoi darmi lezioni?”. Ma risponde ad accusa con accusa: “Non ho una mia trasmissione ma sono un giornalista”. A quel punto si è alzato e ha lasciato la trasmissione borbottando con sarcasmo a microfono aperto: “Io non esercito…”.

Ti potrebbe interessare anche: Vitalizio, Giletti “asfalta” Formigoni: e scoppia il clamoroso scontro in diretta

Porti, treni, strade: il gap infrastrutturale costa alle nostre aziende 13 miliardi l’anno

Milano, un acquazzone manda in tilt centro e periferia