Vai al contenuto

“Meloni è una signora!” Bruno Vespa, clamoroso litigio con D’Agostino: “Caro Roberto…”

Pubblicato il 26/12/2022 18:25 - Aggiornato il 26/12/2022 18:29

“La notizia è sbagliata, Giorgia Meloni è una signora”. Il mittente è Bruno Vespa, il destinatario è Dagospia, o meglio: il suo direttore, Roberto D’Agostino. Il tutto dopo che il celebre e politicamente scorrettissimo portale d’informazione ha rilanciato una notizia, già apparsa lo scorso  4 ottobre sul sito, in cui veniva ricostruita una cena avvenuta, per i suoi sessant’anni in Rai, nella casa di Bruno Vespa a Piazza Mignanelli, di fianco alla sede dalla maison Valentino e a un tiro di schioppo da Piazza di Spagna. Cena avvenuta a metà settembre. Nell’articolo si legge che, nel corso della cena stessa, la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, avrebbe scambiato un tastevin per un posacenere, “con tanto di imbarazzo da parte del padrone di casa”. Questo è il particolare che il conduttore di Porta a Porta ha inteso smentire.

Anzitutto, poiché sicuramente non sarà chiaro a molti, spieghiamo cos’è un tastevin: stiamo parlando di quell’aggeggio in uso ai sommelier che serve per degustare la bontà del vino. Magari, va detto, in molti avrebbero potuto fare questa gaffe. Il fatto è che si tratterebbe di una gaffe immaginaria, data la smentita di Vespa, che in effetti, come notava appunto su Dagospia Giuseppe Candela, ha una grande passione per il vino, che produce in terra di Puglia. (Continua a leggere dopo la foto)

Questa che segue è la tragicomica scena descritta (o inventata) da Dagospia, con le sue stesse parole: “Una volta posata sulla tavola la piccola ciotola in argento, è successo che la Reginetta della Garbatella, inesauribile tabagista, si è accesa una sigaretta e ha scambiato l’argentato tastevin per un miserabile posacenere”.

E ora la risposta, assai piccata, del giornalista Rai e prolifico scrittore: “Caro Roberto, approfitto del rilancio di ieri di un Dagoreport del 4 ottobre per correggere la notizia secondo cui nella cena per i miei 60 anni in Rai Giorgia Meloni avrebbe scambiato un tastevin da me indossato per un posacenere”. (Continua a leggere dopo la foto)

La notizia “è sbagliata”, dunque, e per tre ragioni enucleate dallo stesso Bruno Vespa. Anzitutto, “Non ho mai indossato il tastevin”; anzi “nessun sommelier l’ha indossato quella sera”, non trattandosi di una cena di degustazione; e, soprattutto, “Giorgia Meloni è una signora e non fuma a tavola”.

Tutto questo insistere sull’estrazione sociale di una donna, “reginetta di Garbatella”, che si è fatta da sola fa pensare alla malafede di chi non abbia ulteriori argomenti.     

Ti potrebbe interessare anche: “Possono modificare la realtà in tempo reale”. La rivoluzionaria rivelazione: “È già in uso” – Il Paragone