Vai al contenuto

“Malori per 70 bambini”. Choc in spiaggia, il sindaco costretto a bloccare l’accesso al mare: cos’è successo

Pubblicato il 04/09/2023 08:54

Casi improvvisi di malore tra i bambini, dopo essere stati in spiaggia e aver fatto il bagno. Una serie di episodi che hanno insospettito i genitori e portato la vicenda all’attenzione delle autorità, che alla fine hanno optato per la scelta più drastica: come raccontato da Repubblica, infatti, a partire da domenica 3 settembre è scattato il divieto totale di accesso e balneazione nelle aree di Venere Azzurra e a San Terenzo, due delle zone in riva al mare più attrezzate e frequentate della Spezia. Il motivo dietro una simile decisione? Presto detto. (Continua a leggere dopo la foto)
“Ecco come si lapida una donna”. La frase choc dell’imam in una delle moschee più importanti d’Europa

A bloccare l’accesso alle spiagge, che ogni anno richiamano migliaia di persone nei giorni estivi, è stato il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti su indicazioni date dall’Asl 5: i medici hanno infatti richiesto l’emissione di provvedimenti cautelativi dopo un numero elevato di malori e malesseri da parte dei bagnanti. (Continua a leggere dopo la foto)

“Malori per 70 bambini”. Choc in spiaggia

Nello specifico, tante persone (sopratutto bambini e ragazzi) erano stati colpiti negli ultimi giorni da forme gastroenteriche virali da rotavirus. Alcuni di loro erano finiti in ospedale: parliamo, in totale, di oltre 70 episodi, tutti simili tra loro. (Continu aa leggere dopo la foto)

malori 70 bambini spiaggia

Nonostante le analisi sulle acque non sembrano aver evidenziato nessuna criticità, il primo cittadino ha così deciso di interrompere l’accesso alle popolari spiagge fino a quando non sarà ripristinata una condizione di totale sicurezza per i bagnanti.

Ti potrebbe interessare anche: Il PD ora difende la Francia. Le assurde dichiarazioni dell’esponente democratico sul caso Ustica