in

La protesta di Puzzer arriva a Roma: “Aspetterò qui che qualcuno venga a parlarci”

Da Trieste a Roma, per ribadire il suo no a un governo che ricatta e umilia gli italiani obbligandoli a ottenere il Green pass, impedendo loro in caso contrario persino di poter lavorare. Il leader delle proteste nel porto del capoluogo friuliano Stefano Puzzer si è spostato in queste ore nella capitale per una nuova iniziativa contro le decisioni di Draghi e dei suoi ministri, come annunciato nei giorni scorsi. E ha scelto piazza del Popolo come luogo della protesta.

Puzzer ha infatti pubblicato sul proprio profilo Facebook un video in cui mostra un tavolino sul quale si è poi seduto, contestando il mancato dialogo con il mondo della politica. Istituzioni che puntualmente si dicono disponibili a un confronto con i manifestanti, salvo poi ricorrere invece alla violenza e alla repressione in tutta Italia. “Buongiorno a tutti, sono in piazza del Popolo a Roma – ha spiegato Puzzer – e adesso mi metterò su questo tavolino dove aspetterò che venga a parlarci qualcuno. Spero succeda, visto che nessuno ci ha risposto”.

“Io sono qui – ha ribadito Puzzer nel video – Dai ragazzi io sono qua, fino a quando qualcuno non verrà a rispondermi rimarrò qui”. Il leader delle proteste di Trieste ha allestito un banchetto con un cartello dove è scritto “Papa” e quattro sedie con altrettanti fogli, gli interlocutori con cui vorrebbe confrontarsi e che invece non danno risposte ai cittadini in queste settimane di manifestazioni e rabbia: “Mario Draghi”, “Comunità Europea”, “Usa” e “Russia”.

Un’iniziativa nata proprio nelle ore in cui è arrivata un’altra pericolosa stretta contro la libertà degli italiani di esprimere il proprio dissenso. Il prefetto di Trieste Valerio Valenti ha infatti annunciato che Piazza dell’Unità d’Italia, scelta in un primo momento dal movimento No Green Pass per radunarsi, sarà proibita alle manifestazioni fino a fine anno a causa dei contagi.

Ti potrebbe interessare anche: Vaccinato con doppia dose, muore di Covid il professor Reitani, ex assessore a Udine

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Quanto dura davvero l’efficacia del vaccino Pfizer? La scoperta di Report

Muore per un malore a 23 anni: 2 mesi prima aveva perso il fratello, appena vaccinato