Vai al contenuto

In Giappone la variante Delta non esiste più: ecco le ragioni dietro l’improvvisa “scomparsa”

Pubblicato il 23/11/2021 18:15

In Giappone la variante Delta è ormai scomparsa. E la ragione di ciò, per alcuni ricercatori nipponici, non sta nella vaccinazione o nelle misure anti-Covid, bensì per un “eccesso di mutazioni”. Come riporta SkyTg24, un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Genetica e dell’Università di Niigata sostiene che la variante Delta potrebbe essere sparita a causa di un eccesso di mutazioni che l’avrebbe portata addirittura ad “autoestinguersi”. La variante Delta si sarebbe quindi eliminata da sola, in maniera naturale. I cambiamenti che si verificano durante il processo di replicazione virale, infatti, possono anche rivelarsi controproducenti per la vita del virus stesso. Potrebbero accumularsi “errori” per il quale la variante diventa incapace di replicarsi, andando incontro alla scomparsa.

Secondo il professor Ituro Inoue, infatti, non è né la campagna vaccinale né altri elementi ad aver influito sul calo dei contagi, bensì la scomparsa della variante Delta. Attorno al 20 agosto, infatti, i contagi giornalieri erano circa 24-25 mila al giorno, mentre oggi si verificano poche decine di infezioni quotidiane. Stessa sorte per la media dei decessi, in netto calo, passando da più di 60 al giorno a 3. I ricercatori nipponici ritengono che la variante Delta avrebbe accumulato troppe mutazioni a carico della proteina nsp14, responsabile della correzione degli errori di copiatura durante la replicazione virale.

Gli esperti giapponesi hanno formulato l’ipotesi dell’autoestinzione della variante Delta durante un’analisi dell’impatto dell’enzima APOBEC3A (diffuso nella popolazione asiatica, ma non in quella europea e africana) contro la proteina nps14. Questo studio ha portato i ricercatori a notare che la diversità genetica della variante Delta era molto più ridotta di quella della variante Alfa. Ecco come il team del professor Inoue è arrivato a scoprire che questa versione del virus aveva subito un blocco evolutivo, ed ecco perché l’estinzione naturale del patogeno sembra ad ora l’unica spiegazione plausibile all’importante calo dei contagi in Giappones. Inoue ha specificato che la variante Delta potrebbe andare incontro a un simile destino anche in altre parti del mondo.