Vai al contenuto

I consiglieri comunali si aumentano lo stipendio. Tace l’opposizione. L’aumento della vergogna

Pubblicato il 20/07/2022 12:21

Un bel salto in avanti, non c’è che dire. Non tanto per la qualità della vita dei cittadini di Roma, costretti anzi a fare i conti con emergenze continue, dagli ormai celebri cinghiali che scorazzano per i quartieri agli onnipresenti rifiuti. Piuttosto, lo scatto è quello ottenuto dai consiglieri comunali della capitale, che nonostante le contestazioni già partite nei confronti del sindaco Pd Roberto Gualtieri si sono visti aumentare lo stipendio di ben mille euro al mese.

Come raccontato dal Sole 24 Ore, infatti, in Campidoglio è terminata l’epoca dei gettoni di presenza, sostituiti dall’introduzione di un’indennità che ha portato l’entrata mensile dai 2 mila del passato a 3 mila euro mensili. Il primo ok alla delibera è arrivato in Commissione, a breve dovrebbe arrivare il via libera definitivo da parte dell’Aula.

L’atto è stato firmato dalla maggioranza e da tutto il centrodestra, con non poche polemiche però all’interno dei partiti dell’opposizione. Nel testo viene riconosciuta un’indennità commisurata al 45% di quella del sindaco, quindi per i consiglieri arriverebbe a oltre 3 mila euro, rispetto ai 2 mila che oggi venivano raggiunti attraverso il gettone di presenza.

Di fronte alle critiche, la consigliera Pd Giulia Tempesta ha sottolineato: “La nostra mole di lavoro non è indifferente. Nessuno ci ha puntato la pistola alla tempia ma per rispondere ai nostri ruoli abbiamo bisogno di giornate di 48 ore e per svolgere a pieno il ruolo che ci hanno dato i cittadini in maniera dignitosa e per gli oneri che abbiamo penso che sia opportuno e giusto compiere questo atto”.

Ti potrebbe interessare anche: “In arrivo la sesta ondata”. Gli ipervaccinati di Israele lanciano l’allarme: e da noi c’è chi si sfrega già le mani