Vai al contenuto

“Noi, guariti dal Covid grazie alle cure vietate da Speranza”: a Fuori dal Coro la verità sulla pandemia (VIDEO)

Pubblicato il 18/05/2023 09:20

Guarita dal Covid, nonostante gli oltre 90 anni d’età che preoccupavano i medici. E senza essersi mai vaccinata. La storia della signora Irene, che ha ricevuto assistenza a casa dal proprio medico ed è riuscita a sconfiggere il virus senza nemmeno andare in ospedale, è una delle tante raccolte da Fuori dal Coro, il programma condotto da Mario Giordano su Rete4. Un servizio che proprio il conduttore ha voluto introdurre con parole chiare: “C’erano dei medici che fin dalle prime settimane della pandemia andavano a curare i malati, e li curavano non con cose strane, ma con i farmaci che stavano nel prontuario”. Peccato che proprio quei dottori siano stati massacrati dai colleghi e dai media, che li accusavano di non seguire il protocollo indicato dal ministero della Salute guidato da Roberto Speranza. L’ennesima follia tutta italiana. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Sapevano che infettavano, ma hanno comunque messo il Green pass”, l’intervista bomba dell’ex direttore Aifa

guariti cure vietate da speranza

“Questi medici sono stati demonizzati, criminalizzati, in molte trasmissioni sono stati bullizzati, sono stati trattati come fossero dei criminali sospesi dall’ordine – ha continuato Giordano – Invece probabilmente avevano ragione loro, ma se avessimo ascoltato loro, tante persone si sarebbero potute salvare”. E invece la linea ufficiale era stata quella dettata da Speranza: vigile attesa, senza assunzione di farmaci se non quelli per trattare i sintomi febbrili. (Continua a leggere dopo la foto)

“Guariti grazie alle cure vietate da Speranza”: le testimonianze

Migliaia di italiani, invece, sono vivi proprio grazie a quelle “cure proibite”, farmaci comuni nella trattazione di sintomi simili a quelli del Covid e che però, secondo il ministero della Salute, non andavano somministrati ai pazienti. A Fuori dal Coro, un altro paziente ha raccontato: “Il dottor Antonio Palma dell’associazione Ippocrate mi diceva di prendere antinfiammatori, eparina, anticoagulanti, antibiotico. Dopo tre giorni che ho iniziato questa terapia con flebo, la tosse era diminuita parecchio”. (Continua a leggere dopo la foto)

Storie di persone che hanno avuto il Covid nel momento peggiore, tra la prima, la seconda e la terza ondata, quando il Paese era paralizzato dal terrore. E che sono guarite perché alcuni medici, con coraggio, si sono discostati dalle indicazioni ministeriali. L’ex magistrato Benedetto Simi De Burgis ha confermato a Fuori dal Coro: “Grazie al passaparola ho conosciuto il dottor Andrea Stramezzi. Mi ha visitato e con medicine comuni, che si trovano in farmacia, mi ha salvato la vita”.

Ti potrebbe interessare anche: “Tornano tamponi e mascherine”. Panico al Giro d’Italia: perché la corsa è tornata in pieno delirio Covid