in

“Gli italiani sono esausti, è una questione di guerra civile”: Maglie asfalta la sinistra (VIDEO)

Pubblicato il 13/08/2022 09:32 - Aggiornato il 13/08/2022 09:55

Italiani esausti, insofferenti, che chiedono a gran voce di vedere abbassate le tasse. Un punto che, però, si è trasformato di colpo in una guerra tra partiti, nell’incredulità generale. Questa la ricostruzione fatta da Maria Giovanna Maglie durante l’ultima puntata del programma Controcorrente, in onda su Rete 4, durante la quale si è entrati nel merito delle proposte economiche avanzate dalle coalizioni che si sfideranno alle prossime elezioni.

Con la solita vis polemica, Maglie è entrata con determinazione nel dibattito tra le soluzioni proposte al momento dai partiti, con il centrodestra che continua a sottolineare l’importanza di un’eventuale flat tax e il centrosinistra che non sembra aver rinunciato a un suo vecchio sogno, la tassa patrimoniale. Secondo l’opinionista, però, il tasto dolente di questa campagna è uno solo: le tasse.

“Gli italiani sono esausti di tasse, non lo dice solo il centrodestra ma lo ha appena detto anche Matteo Renzi, uno degli aspiranti leader del Terzo Polo. Se poi sarà veramente Terzo Polo o il Terzo Polo saranno i 5 Stelle lo vedremo” ha tuonato Maglie. Sostenendo poi come l’abbassamento della pressione fiscale sarebbe operazione sacrosanta che, però, non tutti sostengono ancora.

“Solo nel nostro Paese abbassare le tasse diventa una questione di guerra civile, perché chiunque in altri paesi sa che se vuoi rimettere l’economia in movimento, se vuoi obbligare gli imprenditori a restare vanno abbassate le imposte. Se tu vuoi – e mi rivolgo al Senatore Cerno – che non siano più competitivi il reddito di cittadinanza e gli stipendi di chi lavora tu devi abbassare le tasse”.

Ti potrebbe interessare anche: “Covid usato per imporci il Green”. Lo studio scientifico che accende una nuova luce sulla pandemia

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Neanche il ministro si vuol vaccinare. Lo “Speranza tedesco” fa il furbetto ma il Green Pass lo tradisce

“Inutilizzabili e inutilizzate”. Ecco che fine hanno fatto le mascherine che il governo ha inviato alle scuole